Redazione Paese24.it

Torna la Serie A con alcune importanti novità anche in termini di regolamento

Torna la Serie A con alcune importanti novità anche in termini di regolamento
Diminuisci Risoluzione Aumenta Risoluzione Dimensioni testo Stampa

Dopo tre mesi senza calcio, escludendo il ritorno anticipato della Bundesliga durante il mese di maggio, è tempo di calendari, per la serie A, Liga e Premier League. La prima federazione a tornare in campo è quella spagnola, seguita a corto raggio da Italia e Inghilterra. Una posizione differente è stata presa in Francia e non ci sarà il ritorno al calcio giocato, visto che il titolo è stato già assegnato durante le scorse settimane al PSG. Dando una veloce scorsa al calendario di Serie A, è possibile subito notare come durante le prime due settimane si giocherà praticamente a oltranza, visto che i giorni senza gare, per il calcio italiano, saranno solo tre. Differente la situazione in Liga, dove si è optato per un calendario più elastico, con almeno una partita al giorno, da disputare in orario serale o pre-serale.

Con la Serie A saranno quattro i campionati di massima divisione a tornare in scena

La Serie A è quindi di fatto il quarto campionato che torna a essere disputato, dopo una lunga e doverosa sosta durata 102 giorni. La giornata del 22 giugno sarà di fatto la data formale del ritorno in campo; sarà quindi una valida occasione anche per ritrovare i pronostici e le quote di 888sport scommesse serie a che lo ricordiamo, dovrebbe concludersi salvo nuove interruzioni il prossimo 2 agosto 2020, dato in cui è stata riprogrammata la 38esima giornata di campionato.  C’è poi da dire sull’introduzione della novità più importante che riguarda il numero massimo di sostituzioni, durante una gara, che sale ora a cinque giocatori. Una regola di cui si era molto parlato già durante lo scorso anno e che quindi diventa una nuova realtà per il calcio professionistico italiano. L’unico limite sulle cinque sostituzioni è dato dal fatto che il gioco potrà essere interrotto solo per tre volte, escludendo la pausa tra primo e secondo tempo. Ciò implica che almeno 2 sostituzioni dovranno essere doppie, mentre qualora entrambe le squadre dovessero sostituire un giocatore nello stesso momento, si conta come unica interruzione.

Dalla quinta sostituzione alla regola del cooling break: è il calcio che cambia volto

Una regola che di fatto va ad ampliare tutte le norme che riguardano il calcio odierno, inclusa la possibilità di avere il cosiddetto cooling break, due durante una gara e facoltativo, solo se le condizioni climatiche lo richiedano. Si tratta di una regola che era stata introdotta con successo durante il mondiale in Brasile del 2014, quando le temperature sovente superavano i trentadue gradi centigradi. Calcolando che tra giugno e luglio si giocheranno partite di serie A e di Liga in zone dove abitualmente le temperature raggiungono i 33 gradi, questa è un’altra regola che potremmo vedremo spesso applicata durante le gare in calendario. Per quanto riguarda il discorso relativo ai playoff e ai playout è stato stabilito che in caso di nuova sospensione, in base alla disponibilità dei giorni, si prenderà una decisione federale ufficiale. Dovrebbe invece disputarsi durante il prossimo agosto, la parte finale di Champions League 2019-2020, che deve ancora completare una parte degli ottavi di finale e che potrebbe essere disputata per intero con quarti di finale, semifinale e finale nella città di Lisbona. Prima però bisognerà vedere come andranno le cose in massima divisione, con Bundesliga che procede con passo spedito e con il ritorno in campo anche per Premier League, Serie A e Liga. (guest post)

Condividilo Subito

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *