Redazione Paese24.it

Cassano allo Ionio. Cambio della guardia alla Tenenza dei Carabinieri

Cassano allo Ionio. Cambio della guardia alla Tenenza dei Carabinieri
Diminuisci Risoluzione Aumenta Risoluzione Dimensioni testo Stampa

Dopo 12 anni di permanenza presso il presidio dell’Arma dei Carabinieri, della Tenenza di Cassano All’Ionio, il Maresciallo Capo Cristian Di Martino è stato destinato nella Capitale, a svolgere il suo servizio presso lo Stato Maggiore della Scuola Ufficiale Carabinieri. Una destinazione prestigiosa, quella assegnatagli, che premia il sottoufficiale per la sua professionalità. In questi anni, il Maresciallo Capo Di Martino (nella foto con il sindaco Papasso), ha ricoperto vari incarichi, tra cui quelli di vice comandante e di comandante della locale Tenenza, fino all’insediamento, avvenuto nei giorni scorsi del nuovo comandante della Tenenza dei Carabinieri di Cassano All’Ionio, Roberto Castagna (nella foto in basso).

Nella mattinata odierna (martedì), ha fatto visita nel Palazzo di Città, al sindaco Gianni Papasso, per un saluto di commiato. Nell’occasione il Maresciallo Di Martino, in rapida sintesi ha ripercorso alcune fasi ed episodi che hanno caratterizzato il suo diuturno lavoro per fronteggiare i fenomeni malavitosi presenti sul territorio, esaltando soprattutto la stragrande maggioranza della comunità locale per il perbenismo e l’operosità. Un’esperienza, quella maturata nei dodici anni di permanenza a Cassano All’Ionio, ha sottolineato il sottoufficiale dell’Arma, che lo ha arricchito professionalmente e umanamente e che porterà con sé per la vita. “Un sottoufficiale dal volto umano”, così si è espresso il sindaco Papasso pensando al Maresciallo Capo Di Martino. Un militare, ha aggiunto, che ha sempre saputo coniugare il rigore delle prerogative dell’Arma dei Carabinieri, umanizzando, nel rispetto dei ruoli, nelle relazioni interpersonali il rapporto con la comunità locale. Il sindaco Papasso ha riferito che interesserà il presidente dell’assise civica, Lino Notaristefano, affinchè l’ente locale formalizzi, a livello istituzionale, mediante il conferimento di una onorificenza, il senso di gratitudine per l’attività svolta al sottoufficiale dell’Arma.

Redazione

Condividilo Subito

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *