Redazione Paese24.it

Preoccupante carenza personale ex ospedale Trebisacce. Da Amendolara il grido di allarme

Preoccupante carenza personale ex ospedale Trebisacce. Da Amendolara il grido di allarme
Diminuisci Risoluzione Aumenta Risoluzione Dimensioni testo Stampa

Le riaperture dell’ormai ex ospedale di Trebisacce, o almeno del suo ex Pronto Soccorso, sono ferme al palo, anzi fanno preoccupanti passi indietro, nell’indifferenza generale. Dal comune limitrofo di Amendolara arriva un segnale per provare a smuovere le acque. Il sindaco Antonello Ciminelli e l’assessore con delega alla Sanità, Prospero Scigliano, hanno scritto una missiva indirizzata alla direzione dell’Asp di Cosenza, coordinata in questo periodo dal commissario straordinario, Cinzia Bettelini e per conoscenza al sindaco di Trebisacce, Franco Mundo.

«Denunciamo l’atavica carenza di personale che affligge il nosocomio di Trebisacce – si legga nella lettera -. Poniamo alla vostra attenzione come il Pronto Soccorso (che in realtà sarebbe un PPI, ndc), il 118, il CIM, il Laboratorio Analisi e Radiologia mancano di numerose figure professionali che di fatto rendono difficoltoso, se non impossibile, qualsiasi prestazione sanitaria, con gravissimi disagi per l’utenza». Il sindaco Ciminelli e l’assessore Scigliano invitano l’Asp di Cosenza a risolvere quanto prima questa grave situazione in essere, «prima di intraprendere ogni più opportuno strumento di lotta affinché si sopperisca alle denunciate deficienze».

Vincenzo La Camera

Condividilo Subito

One Response to Preoccupante carenza personale ex ospedale Trebisacce. Da Amendolara il grido di allarme

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *