Redazione Paese24.it

Calcio, Serie B. Per il Cosenza un pareggio di carattere contro il Lecce

Calcio, Serie B. Per il Cosenza un pareggio di carattere contro il Lecce
Diminuisci Risoluzione Aumenta Risoluzione Dimensioni testo Stampa

Un pareggio che accontenta un po’ tutti, quello maturato nel pomeriggio piovoso di domenica al San –Vito Marulla. Soddisfatto il Cosenza che recupera una gara quasi persa nella prima frazione di gara, soddisfatto il Lecce che porta via dalla Calabria un punto prezioso per come si era messa la gara nella ripresa. Un pari che accontenta anche i mille tifosi presenti sugli spalti (per tifo sembravano il triplo) che hanno assistito ad un match ricco di occasioni da entrambe le squadre. Alla fine protagonisti di giornata sono stati i due portieri. Falcone per i rossoblù che ha parato un rigore a Coda e Gabriel. Esibitosi, tra le tante, in una parata spettacolare da grande portiere nella ripresa. Il Cosenza, infila così il quinto pari consecutivo nelle prime cinque giornate di campionato. Segnali incoraggianti poiché, ancora una volta, è venuto fuori il carattere di una squadra che non molla mai, proprio come il suo tecnico Occhiuzzi. Di fronte c’era comunque una corazzata per la serie B. La strada tracciata è ancora lunga ma i margini di miglioramento ci sono, la rosa è ampia e tutti sembrano dare il proprio contributo. Mercoledì, intanto, si ritorna in campo per la Coppa Italia. Al San Vito-Marulla arriva il Monopoli, in palio la sfida con il Parma al Tardini.

NOTTE AGITATA NEL RITIRO DEL LECCE. MATCH POSTICIPATO DI UN’ ORA La vigilia dell’incontro non sembra dei migliori. Nella notte di sabato il Lecce, nel frattempo giunto in ritiro in Calabria, apprende della positività a Covid-19 di un suo giocatore e di un membro dello staff. Giro di tamponi per tutti alle 3 del mattino e gara che finisce inevitabilmente a rischio. Fortunatamente nella tarda mattinata della gara arrivano i risultati dei test molecolari, tutti negativi. Il Lecce nel frattempo chiede ed ottiene dalla Lega B il posticipo della partita di un’ora. Alle 16 Aureliano fischia l’inizio e la fine dell’incubo per i giallorossi salentini.

PRIMO TEMPO LECCE SUPER. COSENZA AL TAPPETO Mister Occhiuzzi tira dal cilindro ancora due novità di formazione. Gioca Vera, neoacquisto proprio del Lecce, che sulla fascia destra prende il posto di Bittante (spostato a sinistra). In mezzo al campo fiducia anche a Konè. Attacco affidato ai soliti Carretta e Baez ed alla novità Gliozzi al centro. Il Cosenza parte anche bene. Nel primo quarto è stato il portiere ospite, Gabriel, a salvare il risultato al minuto 8, su Carretta, nell’azione si fa male Dermaku, sostituito da Meccariello ed al 15’ quando Sciaudone conclude centralmente. Goal sbagliato, goal subito per il classico assunto del calcio. Il Lecce, infatti, passa: Henderson intercetta un pallone sulla trequarti e al volo appoggia per Coda che prima tenta un assist per Stepinski, poi ribadisce in rete sull’intervento disperato di Legittimo. Incassato il gol, il Cosenza sbanda:  al 22’ Paganini si procura un rigore, evidente, per fallo di Idda. Sul dischetto c’è Coda che sceglie la soluzione centrale. Falcone è più furbo dell’attaccante e, rimanendo fermo, riesce a respingere col piede. I giallorossi continuano a macinare gioco: Paganini, in posizione regolare, converge al centro dell’area e serve a Stepinski il più comodo degli assist. Il polacco ferma il pallone, prende la mira e conclude fuori a fil di palo un rigore in movimento. Al 28’ Vera chiede il cambio e al suo posto entra Corsi. Il primo tempo si chiude con l’espulsione di mister Corini, dopo un battibecco con l’arbitro Aureliano. Allontanato anche il difensore salentino Rossettini.

SECONDO TEMPO DIVERTENTE. IL COSENZA PAREGGIA Nella ripresa il Cosenza si ripresenta in campo più determinato ed impegna poco più di dieci minuti per prendere le misure ed infilare il Lecce. Il pari porta la firma proprio di Gliozzi, lesto ad intercettare una corta ribattuta del portiere salentino Gabriel. Bella tutta l’azione, comunque. Con Baez che mette al centro cogliendo la difesa del Lecce un po’ sbilanciata: la sfera termina tra i piedi di Koné il cui tiro è respinto da Gabriel sui piedi di Gliozzi che ha vita facile a ribadire in rete. La posizione dell’attaccante è, in realtà, di fuorigioco, ma non per l’assistente Colarossi che non segnala l’irregolarità. Il Lecce, comunque, non molla e ne viene fuori una gara dalle tante opportunità. Al 68’ Falcone si esibisce in due parate impegnative, una dopo l’altra, prima su Coda e poi su Henderson. Al 79’ Mancosu, posizionato nel cuore dell’area di rigore senza avversari a mettergli pressione, conclude alto. Al minuto 84’ ancora il portiere del Cosenza Falcone si oppone alla conclusione di Pettinari. Risponde il collega leccese Gabriel all’86′ che sfodera una parata super su gran tiro da fuori di Petrucci. Finisce così, risultato giusto e partita divertente, si diceva. Peccato per il pubblico che, almeno per un mese, non ci sarà più al San Vito-Marulla ed in tutta Italia. A fine match tutti sotto la tribuna a ringraziare i “mille” che hanno incitato Corsi e compagni per tutta la gara.

OCCHIUZZI SODDISFATTO A META’ “Il pari è forse il risultato meno giusto, entrambe le squadre avrebbero meritato di vincerla- ha commentato l’allenatore del Cosenza, Roberto Occhiuzzi, a fine gara –  L’avevo preparata per cercare di fare la gara. Nel primo tempo abbiamo dovuto sistemare alcune situazioni ma abbiamo posto le basi per disputare una ripresa all’altezza. Continuiamo nel nostro percorso di crescita. L’obiettivo è lo stesso: cercare di vincere sempre”.

Il tabellino

Cosenza – Lecce  1-1

COSENZA (4-3-1-2) Falcone; Ingrosso, Idda, Legittimo; Bittante, Kone (77’ Petrucci), Sciaudone (64’ Bruccini), Vera (28’ Corsi); Baez; Carretta (64’ Bahlouli), Gliozzi (77’ Sueva). A disposizione: Petre, Sacko, Bouah, Schiavi, Borelli, Saracco, Allenatore: Occhiuzzi

LECCE (4-3-1-2): Gabriel; Adjapong, Lucioni (cap.), Dermaku (8’ Meccariello), Calderoni; Paganini, Tachtsidis, Majer (59’ Mancosu); Henderson; Stepinski (81’ Pettinari), Coda. A disposizione: Bleve, Mancosu, Rossettini, Monterisi, Vigorito, Bjorkengren, Zuta, Gallo, Maselli. Allenatore: Corini

Marcartori: 12′ Coda; 56′ Gliozzi

Ammoniti: 65’ Konè; 82’ Bittante, 87’ Bruccini

Espulsi: 41′ Rossettini (dalla panchina).

Arbitro: Aureliano di Bologna: assistenti: Colorassi di Roma 2 e Trincheri di Milano; quarto ufficiale: Robilotta di Sala Consilina

Pasquale Golia

Condividilo Subito

One Response to Calcio, Serie B. Per il Cosenza un pareggio di carattere contro il Lecce

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *