Redazione Paese24.it

Calcio, Coppa Italia. Cosenza batte il Monopoli e si regala il Parma

Calcio, Coppa Italia. Cosenza batte il Monopoli e si regala il Parma
Diminuisci Risoluzione Aumenta Risoluzione Dimensioni testo Stampa

Mazzo di fiori sotto la curva in ricordo del giovane tifoso Emanuele scomparso tragicamente

Il Cosenza trova la prima vittoria stagionale tra le mura amiche, in Coppa Italia contro il Monopoli, formazione di Lega Pro ( 2-1 il risultato finale), e si regala i sedicesimi di finale con il Parma al “Tardini”. Partita giocata senza affanni dai rossoblù nel primo tempo ma che si complica in avvio di ripresa, complice l’autorete di Idda. Il Monopoli si rianima e per qualche minuto crede nel colpaccio al San Vito-Marulla. Ci pensa Kone, subentrato dalla panchina, a sei minuti dalla fine a trovare dal suo cilindro magico un siluro da lontano che vale la vittoria. Piccola curiosità a margine: ha diretto la gara una lei, la sig.ra Maria Marotta di Sapri, la terza donna arbitro nella storia del calcio italiano. L’arbitro, 36enne di professione bancaria, Maria Marotta dal 2019 arbitra in C ed a Cosenza ha vissuto anche lei un momento importante, venendo  a dirigere per la prima volta una gara di Coppa Italia., cavandosela abbastanza bene.

OMAGGIO  A EMANUELE MOLINARO  Prima del fischio d’inizio il capitano del Cosenza Corsi va sotto la curva sud, purtroppo vuota per le restrizioni Covid, e deposita un mazzo di fiori in memoria del giovane Emanuele Molinaro di Torano Castello, tifosissimo dei lupi che seguiva proprio dalla curva, morto prematuramente qualche giorno fa a causa di un brutto incidente.

PRIMO TEMPO  PER I LUPI Occhiuzzi sceglie il rumeno Petre al centro dell’attacco. A centrocampo spazio a Bruccini in coppia con Petrucci. In difesa si rivede Tiritiello in coppia con Idda. Mentre tra i pali avvicendamento Saracco al posto di Falcone. Primo tempo che il Cosenza gioca bene ma senza sforzarsi più di troppo. Prima vera occasione da rete per i rossoblù al quarto d’ora: Vera serve Bruccini che colpisce di testa e manda il pallone di pochissimo a lato. E’ il preludio al gol che arriva un minuto più tardi: errore della difesa ospite, recupera palla Bahlouli che scambia con Petre prima di servire Petricci che insacca a fil di palo alla sinistra del portiere.  Il Monopoli si vede in area solo al 30’ con Lombardo che impegna Saracco in angolo su tiro deviato da Vera, dopo che Bruccini, dalla parte opposta, per un soffio (bravo il portiere ospite Pozzer) non trovava il raddoppio.

PARI DEL MONOPOLI MA LA RISOLVE KONE La ripresa inizia in scioltezza per i rossoblù così come era finita la prima frazione. Con il Cosenza in controlla si riaccende, però, il match: il Monopoli pareggia su cross di Guiebre, Idda controlla male la palla e la devia involontariamente alle spalle di Saracco. Il Monoplli ci crede pure. Il Cosenza, però, inizia a macinare gioco. Occhiuzzi getta nella mischia Kone. Intuizione vincente, a sei minuti dalla fine il giocatore di proprietà del Torino tira una sassata dalla distanza che trafigge al lato sinistro della traversa l’incolpevole Pozzer.  In pieno recupero il Cosenza ha l’occasione per il terzo gol Borrelli in area di rigore preferisce il “cucchiaio” all’assist per Petre. Finisce così, a fine novembre i lupi sfideranno una formazione di A.  Finisce con i lupi che passano il turno e adesso attendono la vincente fra Parma e Pescara

Il tabellino

Cosenza  Monopoli 2-1

COSENZA (3-4-1-2): Saracco, Corsi (59’ Idda), Tiritiello, Bahlouli (65’ Sciaudone), Petre, Sacko (75’ Borrelli), Bouah, Schiavi (75’ Bittante), Vera, Bruccini, Petrucci (59’Kone). In Panchina: Falcone, Baez, Carretta, Legittimo, Gliozzi, Ingrosso, Sueva. Allenatore: Roberto Occhiuzzi

MONOPOLI 1966 (3-5-2): Pozzer, Giorno, Arena, Nicoletti, Piccinni (89’Rimoli), Montero, Bastrini, Arlotti (56’ Vassallo (79’ Zambarato)), Lombardo (89’Nina), Santoro (57’ Marilungo), Guiebre In Panchina: Olivero, Melegatti, Mercadante, Staripa, Sales, Antonacci, Brasile.Allenatore: Giuseppe Scienza

Arbitro: Sig.ra Maria Marotta di Sapri (assistenti: Luigi Lanotte di Barletta e Manuel Robilotta di Sala Consilina; Quarto uomo: Francesco Cosso di Reggio Calabria)

Marcatori: 15’ Petrucci, 69’ aut Idda (M), 84’ Kone

Note: Partita a porte chiuse. Ammoniti: Nicoletti. Angoli: 7-4. Recupero 1’pt; 3’st

Pasquale Golia

Le altre calabresi: Fuori dalla Coppa il Catanzaro e il Crotone. I giallorossi perdono 2-1 in trasferta contro il Genoa, mentre i pitagorici cedono in casa contro la Spal ai rigori (1-1 d.t.s.)

Redazione

 

Condividilo Subito

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *