Redazione Paese24.it

Nuovo commissario Sanità Calabria. Spunta il nome di D’Andrea, originario di Trebisacce

Nuovo commissario Sanità Calabria. Spunta il nome di D’Andrea, originario di Trebisacce
Diminuisci Risoluzione Aumenta Risoluzione Dimensioni testo Stampa
Print Friendly, PDF & Email

Il trebisaccese Federico Maurizio D’Andrea originario di Trebisacce, nato a Cerchiara di Calabria, ma residente a Milano per ragioni professionali, tra i candidati al ruolo di Commissario della Sanità calabrese finita nel tritacarne dei media e dei social dopo la scabrosa vicenda che ha portato alle dimissioni dell’ex Generale dei Carabinieri Saverio Cotticelli e alla contrastata nomina del suo successore nella persona del dr. Giuseppe Zuccatelli. Come è noto la designazione di quest’ultimo, a causa delle sue discutibili dichiarazioni sull’inutilità delle mascherine, ha finora trovato più nemici che amici, tanto che la sua scelta non è stata ancora ufficializzata e, per ragioni di opportunità, potrebbe essere ritrattata da un momento all’altro. Al suo post, si fa il nome di Gino Strada, medico,  fondatore e sostenitore dell’ ONG italiana Emergency. Insieme però a Gino Strada che però ha trovato resistenza in una parte della politica italiana e anche nel presidente facente funzioni dell’ex Giunta Regionale Nino Spirlì, negli ambienti politici italiani si fa il nome di Federico Maurizio D’Andrea (nella foto), 62 anni, già Ufficiale Superiore della Guardia di Finanza e oggi brillante manager calabrese il cui curriculum professionale è imperniato sul rispetto rigoroso della legalità.

Due lauree, Federico Maurizio D’Andrea, già da Colonnello della Guardia di Finanza è stato un Ufficiale tra i più stimati dal giudice Francesco Saverio Borrelli e ancora oggi è uno degli uomini più vicini all’ex Magistrato Gherardo Colombo. Chi lo conosce bene sa che D’Andrea è un manager preparato e severo, rigidamente garantista e antigiustizialista e per questo è stimato sia a destra che a sinistra. E’ stato, tra l’altro, nel collegio dei “saggi” del sindaco di Milano Beppe Sala, ma anche il centrodestra lo considera un uomo di garanzia e al di sopra delle parti. Nel suo curriculum professionale Federico Maurizio D’Andrea, che non ha certo tagliato il rapporto con la sua terra tanto che trascorre lunghi periodi dell’anno a Trebisacce dove vive la madre e la sua famiglia paterna può vantare esperienze di primo livello come Presidente di Sogei nominato dal MEF, Direttore dell’Audit di Telecom Italia, Presidente di Olivetti Spa, Presidente dell’ODV di MM Spa, presidente dell’organismo di vigilanza di Banco BPM e componente dell’Odv del Sole 24 Ore.

La partita della successione a Saverio Cotticelli al momento è molto aperta e sul campo della politica pare ci siano tre ipotesi. Nella prima, Zuccatelli rimane Commissario ma viene di fatto commissariato da una squadra capeggiata da Gino Strada nella quale potrebbe trovare posto D’Andrea. Nella seconda, Zuccatelli tratterebbe le dimissioni aprendo la strada a Gino Strada e, come terza ipotesi, si valutano tutte le opzioni alternative a Zuccatelli. Tra queste, la nomina del calabrese D’Andrea quale nuovo Commissario della sanità calabrese e, in questa direzione pare esserci la convergenza sia del PD che del Movimento 5 Stelle.

Pino La Rocca

Condividilo Subito
Subscribe
Notificami
guest
3 Commenti
Oldest
Newest Most Voted
Inline Feedbacks
View all comments
Francesco
Francesco
1 anno fa

Io non capisco come mai c’è tanta resistenza sul nome di Strada da parte del FF Spirli’. Forse perche con Strada come Commissario la,strada alla Sanità Privata sarebbe chiusa definitivamente e quindi farebbe un torto agli amici di sempre? O perché la Calabria finalmente sarebbe finalmente Autonoma dalle Regioni del Nord e si curerebbe qui, perché le Eccellenze sarebbero finalmente anche nel pubblico.

G.Romano
G.Romano
1 anno fa

Ottimo.!!Un Calabrese al servizio del Calabresi. Persona e professionista serio e preparato, degno figlio del compianto avv. D’andrea suo papà.

Mario Aiello
Mario Aiello
1 anno fa

Per come ho letto, si evince dall’ articolo che abbiamo un eccellente manager Calabrese per poter gestire la sanità in Calabria, vorrei chiedere a queste grandi mente del politici perché vogliono ostinatamente nominare un NON Calabrese, a noi Zuccatelli e Strada non interessano perché a loro politici si……….