Redazione Paese24.it

Comune di Mormanno mette in guardia dai truffatori che bussano alle porte

Comune di Mormanno mette in guardia dai truffatori che bussano alle porte
Diminuisci Risoluzione Aumenta Risoluzione Dimensioni testo Stampa

Come sullo Jonio, le truffe porte a porta viaggiano anche nei borghi del Pollino. Questa volta è lo stesso Comune di Mormanno, a seguito di segnalazioni, a mettere in guardia la cittadinanza della presenza di persone sconosciute che si spacciano per impiegati di banca, uffici postali o comune. Per questo motivo l’invito è quello di non far entrare nelle abitazioni soggetti estranei, specie se si è soli in casa, senza prima aver visionato un documento d’identità e una lettera che spieghi il motivo della loro visita.

Intanto, l’Amministrazione Comunale ha già richiesto alle forze dell’ordine di intensificare i controlli sul territorio al fine di evitare spiacevoli episodi, e il Comando di Polizia Municipale sta già visionando i filmati della video sorveglianza.

Non consegnare a nessuno soldi libretti bancari o postali o effetti personali; tenere separate le carte magnetiche dal loro codice segreto (es. mai mettere il codice segreto e la carta bancomat insieme nel portafoglio); avvisare subito i Carabinieri oppure i Vigili Urbani se vengono notati segni o sigle strane vicino agli ingressi delle abitazioni o sui citofoni; segnalare ogni presenza sospetta ai Carabinieri annotando ove è possibile ogni elemento identificativo (sesso, età, altezza della persona, colore dei capelli, vestiti, modello e targhe di eventuali auto). Questi sono alcuni dei consigli che il Comune di Mormanno si è premurato di dare ai cittadini. Inoltre, non firmare alcun documento se non si è sicuri del contenuto o farlo solo dopo aver letto le righe e le postille; non tenere parecchio denaro in casa o nel portafoglio; non custodite preziosi in camera da letto ma nasconderli in altro luogo non conosciuto; durante le brevi assenze serali o notturne dall’abitazione, lasciare una luce a/o un elettrodomestico (radio/tv) accesso; inserire eventuali antifurti; chiudere porte e finestre quando si è fuori; se l’abitazione è difesa da cani da guardia, è opportuno addestrarli a non accettare cibi da sconosciuti, potrebbero essere bocconi avvelenati o con sonnifero lanciati da lontano; fare attenzione a presenze sospette che si aggirano nei pressi delle abitazioni.

Federica Grisolia

Condividilo Subito
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments