Redazione Paese24.it

A San Severino Lucano torna il festival “La Terra dei Briganti”

A San Severino Lucano torna il festival “La Terra dei Briganti”
Diminuisci Risoluzione Aumenta Risoluzione Dimensioni testo Stampa

San Severino Lucano, giovedì 12 agosto, farà un tuffo nel passato, agli anni post unitari per dare spazio ai briganti, per l’ottava edizione del Festival de “La Terra dei Briganti”, una rassegna sulla cultura meridionale organizzata dalla Pro Loco del Pollino in collaborazione con l’Amministrazione Comunale.

La giornata brigantesca inizierà alle ore 9.00 con “il triangolo dei briganti” escursione con visita alla grotta dei briganti di Timpa Vitelli. Da Acquatremola si va verso Tre Confini, visita alla Grotta e poi alla Sorgente Catusa. Alle ore 21,30 in Piazza Marconi è previsto lo spettacolo teatrale “Reading Brigantesse” a cura della Compagnia teatrale Petra. Sarà letto il testo Brigantesse con musiche dal vivo. A leggere sarà Antonella Iallorenzi; alla chitarra ci sarà Antonio Roma. Si accede previa prenotazione e nel rispetto della normativa anti covid. Posti a sedere.

San Severino Lucano è terra che conosce molto bene la storia del brigantaggio e per aver scritto una pagina importante della storia di questo territorio. Paese che oltre a dare i natali al capitano Jannarelli e a Serafina Ciminelli, compagna del grande capo banda francavillese, Antonio Franco, conserva i resti di una pagina di storia vissuta. Infatti in località Caramola si trova la “grotta dei Briganti” testimoniata dalle scritte incise nella parete destra della cavità “1856 se piglia je unà 5 visacce di dinarià”. Nei pressi di San Severino esiste una contrada detta “fosso del brigante”, ricordo del brigantaggio locale.

Redazione

 

Condividilo Subito
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments