Redazione Paese24.it

Festa Azzurra a Reggio Emilia. Italia a un passo dai Mondiali

Festa Azzurra a Reggio Emilia. Italia a un passo dai Mondiali
Diminuisci Risoluzione Aumenta Risoluzione Dimensioni testo Stampa

Semaforo verde Italia grazie alla new generation nell’ultimo gara del mini-ciclo di qualificazione mondiale a Qatar 2022. Gli azzurri hanno, infatti, battuto per 5 a 0 la Lituania e volando così a +6 sulla Svizzera che ha pareggiato in Irlanda del Nord. Nella gara di Reggio Emilia hanno convinto con due doppiette ciascuno i ragazzi terribili: Moise Kean e Giacomo Raspadori. Nel complesso è piaciuta tutta la squadra.

La Lituania non era  un avversario ostico ma l’Italia giocava con molte seconde linee, senza Insigne, Immobile, Chiesa, tornati a casa per problemi fisici, e con Barella e Bonucci in panchina. Gli Azzurri chiudono la pratica in meno di mezz’ora, trovando anche l’alternativa goal ad Insigne-Immobile all’asciutto nelle due precedenti gare con Bulgaria e Svizzera.

Da annotare anche la festa del pubblico sugli spalti dello stadio di Reggio Emilia. Un tifo che personalmente non vedevo e sentivo, causa pandemia Covid-19, dai primi di marzo 2020. Al Mapei Stadium c’erano intere famiglie e soprattutto giovani, proprio come la giovane Italia di Mancini. Tra i più acclamati Donnarumma e Bonucci, oltre che gli idoli di casa Raspadori e Berardi. Nel gruppo C ora l’Italia guida con 14 punti, sei in più della Svizzera (due gare in meno)  e con una differenza reti sul +11. Con la vittoria di Reggio Emilia l’Italia di Mancini riscrive ancora la storia mondiale, cogliendo il record d’imbattibilità con 37 partite utili consecutive.

PRIMO TEMPO SHOW ITALIA CON RASPADORI-KEAN Come detto Roberto Mancini, nel suo classico 4-3-3, per la gara contro i lituani sceglie la linea giovane, affidando l’attacco a Kean e Raspadori con Bernardeschi ai fianchi. In difesa turno di riposo per Bonucci e Chiellini, a loro posto dentro Bastoni ed Acerbi. Sulla corso di sinistra, poi, novità con Biraghi. A centrocampo solo Jorginho costretto agli straordinari, schierato insieme a Cristante e Pessina. Di fatto al Mapei Stadium  la partita dura solo  mezz’ora con gli azzurri  già sul 4-0. In avvio la Lituania sembra spigliata ma è un fuoco di paglia. La prima rete arriva dopo 11′: Novikovas sbaglia un retropassaggio e regala palla a Kean che converge sul destro e batte Setkus sul primo palo. La Lituania è già fuori partita e l’Italia ne approfitta per chiudere subito i conti. E poco dopo, al 14′, c’è il 2-0: Raspadori scambia con Pessina e calcia col sinistro trovando la deviazione decisiva di Utkus per l’autogol del raddoppio. E’ tutta dell’attaccante del Sassuolo invece la rete del 3-0: Di Lorenzo al 24′ sfonda sulla destra e crossa, Raspadori si fionda su una corta respinta e deposita in rete da pochi passi. La Lituania non ci prova nemmeno a reagire, la Nazionale di Razanauskas prova a limitare i danni ma gli Azzurri prendono campo, palla e fiducia. Moise Kean al 29′ con uno splendido mancino al volo firma il poker che chiude il primo tempo.

RIPRESA ITALIA CONTROLLA E SEGNA ANCORA Nella ripresa Mancini cambia anche Donnarumma con Sirigu che si regala un tempo tra i pali. Dall’attuale portiere del Psg, ad un ex parigino: ma entrambi sono solo spettatori della goleada azzurra che si arricchisce al 55′ con il 5-0: un cross di Di Lorenzo è letto male da Setkus che con lo sguardo vede il pallone entrare in rete. Allo scoccare dell’ora di gioco c’è spazio anche per il debutto di Scamacca. Ma l’attaccante neroverde non si aggiunge al tabellino dei marcatori. Ci è andato più vicino invece Castrovilli che dal limite calcia col destro e colpisce il palo. L’appuntamento è ora per il 12 novembre per il match decisivo contro la Svizzera all’Olimpico, dopo la Final Four di Nations League.

LA GIOIA DI MANCINI: “FUTURO AZZURRO NELLA TESTA DI RASPADORI E KEAN” A fine gara mister Roberto Mancini è apparso soddisfatto “Nonostante la perdita di tanti giocatori, i ragazzi hanno risposto bene. La squadra avversaria non era di grande valore, però fare 5 reti non è così semplice – ha detto  – L’importante è mantenere la calma, così non avremo problemi in futuro”. Sulla nuova coppia giovane dell’Italia, mancini è stato laconico: “ Raspadori? È pronto, sta con noi dall’Europeo, ha qualità e ha bisogno di giocare e fare esperienza. È tutto nelle loro teste e nei loro piedi, parlo anche per Kean. Hanno un grande futuro, dipende da loro. Jorginho titolare per la terza di fila? Avevo bisogno di un giocatore in grado di tenere ordine. Felici per il record di risultati utili consecutivi”. 

Il tabellino 

Italia – Lituania 5-0

ITALIA  (4-3-3): Donnarumma SV (dal 46′ Sirigu SV); Di Lorenzo 6.5, Acerbi 6, Bastoni 6, Biraghi 6 (dal 46′ Calabria 6.5); Pessina 6.5, Jorginho 6.5 (dal 61′ Castrovilli 6.5), Cristante 6.5; Bernardeschi 6.5 (dal 61′ Scamacca 6), Raspadori 8, Kean 7.5 (dal 73′ Berardi 6).

LITUANIA (4-2-3-1): Setkus 5; Lasickas 5.5, Klimavicius 5.5 (dall’83’ Tutyskinas SV), Utkus 5 (dal 46′ Satkus 5.5), Slavickas 5.5 (dal 46′ Barauskas 5); Dapkus 5.5 (dal 46′ Megelaitis 6), Slivka 5.5; Kazlauskas 5, Verbickas 6.5, Novikovas 5.5; Dubickas 5.5 (dal 72′ Uzela 5.5).

ARBITRO: Craig Pawson (ENG). Assistenti: Betts e Hussin (ENG)

RETI: 11′ e 29′ Kean (I), 14′ aut. Utkus (I), 24′ Raspadori (I), 54′ Di Lorenzo (I).

dal nostro inviato a Reggio Emilia

Pasquale Golia

Condividilo Subito
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments