Redazione Paese24.it

Serie B. Cosenza si inchina alla capolista. Al San Vito-Marulla il Pisa è troppo forte

Serie B. Cosenza si inchina alla capolista. Al San Vito-Marulla il Pisa è troppo forte
Diminuisci Risoluzione Aumenta Risoluzione Dimensioni testo Stampa
Print Friendly, PDF & Email

Il Cosenza incassa l’ennesima sconfitta in casa (0-2,  reti al  9′ pt Tourè, 7′ st Cohen su rig.) che sa di crisi nera. Sulla carta la gara di sabato pomeriggio contro la capolista Pisa, valevole per la 18° giornata del campionato di Serie BKT era proibitiva si ma, almeno, si attendeva una prova di carattere da parte dei lupi. La squadra del neo tecnico Roberto Occhiuzzi, invece, rispetto a Pordenone, ha mostrato chiari segni di involuzione tecnica: malissimo la difesa, specie nell’azione del vantaggio ospite. Centrocampo che ha viaggiato a tratti ed attacco quasi non pervenuto se non per un paio di azioni di Millico. Il Pisa, in emergenza per un focolaio Covid, si è limitato al compitino ed ha portato via dal San Vito-Marulla  il bottino pieno. Il Cosenza, nonostante un maggior possesso palla ha concretizzato poco o nulla dalle parti di Nicolas. L’unica palla goal, in avvio con palo di Millico, è arrivata per un episodio fortunoso e non per un’azione concreta. Partita chiusa già al 7’ della ripresa grazie al rigore trasformato da Cohen per fallo di Carraro ( ingenuo) in area. Il Cosenza ora è atteso da una trasferta terribile a Cittadella, il Pisa, invece, prova la fuga. I calabresi sono quart’ultimi, il Pisa, invece, è saldamente in testa. A fine gara, bello spettacolo tra le due tifoserie con scambi di applausi e cori reciproci.

PRIMO TEMPO SENZA SUSSULTI MA IL PISA PASSA – Il Cosenza in emergenza (out Vaisanen, Vigorito, Situm, Anderson) ripropone Corsi arretrato nei quattro di difesa con Rigione, Tiritiello e Pirrello. Coppia di centrocampo con Palmiero e Carraro. Bultam alle spalle del trio d’attacco: Millico e Caso ai lati con. Gori punta centrale. D’Angelo, invece,  non si discosta dal 4-3-1-2 e conferma Masucci, complice l’assenza di Lucca, al centro dell’attacco, supportato da Cohen e Sibilli sulla trequarti. A metà campo invece spazio dal 1′ per la prima volta in stagione a Di Quinzio. A partire forte sono i padroni di casa che al 4′ scheggiano il palo in seguito alla conclusione deviata di Millico. Fronte opposto, al primo affondo si fa centro. Al 9′ su un cross basso c’è un doppio liscio cosentino che favorisce Masucci il quale calcia ma viene murato. Il pallone resta però sulla linea di porta ed è un gioco da ragazzi per Tourè mettere in rete. I ritmi sono blandi, con il Pisa vicino al raddoppio al 21′. Cohen trova in area Masucci che di testa la gira alta di poco. Il Cosenza muove meglio la palla ma concretizza davvero poco. Il primo tempo va in archivio senza più episodi da rilevare.

 IL PISA RADDOPPIA. IL COSENZA SENZA VERVE La ripresa riserva subito una svolta che inevitabilmente indirizza il match. Al 51′ Carraro ingenuamente affossa Masucci provocando il calcio di rigore per gli ospiti. Dal dischetto Cohen fa centro, seppur col brivido, visto che Matosevic aveva indovinato l’angolo sfiorando la palla. Il Cosenza non demorde,  prova a prendere in mano il gioco, ma fa poco per impensierire la miglior difesa della categoria. Di tanto in tanto a concludere verso la porta avversaria sono i nerazzurri, seppur senza particolari pretese. Solo al minuto 90 i padroni di casa cercano l’episodio che regalerebbe un finale avvincente. Gori, ben appostato in area, calcia con troppa fretta e manda alle stelle. Questa resterà la cartolina del momento no del bomber cosentino e dell’intero attacco rossoblù. Gori non segna da ben sette partite. Porta male dunque la maglia speciale natalizia del Cosenza, il Pisa, invece, il regalo natalizio se l’è fatto eccome a Cosenza, incassando tre punti fondamentali verso la serie A.

IL TABELLINO:

COSENZA –  PISA  0-2

COSENZA (4-2-3-1): Matosevic; Tiritiello, Rigione, Pirrello, Corsi (21′ st Sy); Carraro (27′ st Vallocchia), Palmiero; Caso (11′ st Florenzi), Boultam (27′ Sueva), Millico (11′ st Pandolfi); Gori. A disp.: Saracco, Minelli, Venturi, Panico, Eyango. All.: Occhiuzzi

PISA (4-3-1-2): Nicolas; Hermansson, Caracciolo, Leverbe, Beruatto; Di Quinzio (4′ st Siega), Nagy, Tourè (29′ st Piccinni); Cohen (29′ st Cisco); Masucci (39′ st Berra), Sibilli. A disp.: Livieri, Falsettini, Seck, Quaini, Curci, De Vitis. All.: D’Angelo

ARBITRO: Chiffi di Padova

MARCATORI: 9′ pt Tourè (P), 7′ st Cohen (P, rig.)

NOTE: Ammoniti: Di Quinzio (P), Tourè (P), Carraro (C).

Pasquale Golia

Condividilo Subito
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments