Redazione Paese24.it

Cosa aspettarsi dalla stagione di tennis 2022

Cosa aspettarsi dalla stagione di tennis 2022
Diminuisci Risoluzione Aumenta Risoluzione Dimensioni testo Stampa
Print Friendly, PDF & Email

Le Atp Finals di Torino si sono da poco concluse e, con esse, si è chiusa anche la stagione 2021 del tennis mondiale. Dopo qualche settimana di pausa, però, i tennisti sono già tornati al lavoro per prepararsi al meglio in vista della prossima stagione che come di consueto regalerà sorprese ed emozioni a non finire. Djokovic resta l’uomo da battere, ma alle spalle del serbo continuano a crescere i tanti nuovi sportivi che si candidano come futuri dominatori del tennis mondiale. Tra questi ci sono anche i nostri Matteo Berrettini e Jannik Sinner: entrambi per la prima volta nella storia hanno concluso l’anno in top 10 ed entrambi hanno lasciato intendere di avere ancora enormi margini di miglioramento.

Berrettini punta a uno Slam

Negli ambienti del tennis italiano erano anni che si parlava di Matteo Berrettini come una delle nostre future punte di diamante. Neanche i più ottimisti, tuttavia, avrebbero potuto immaginare che, in così poco tempo, Berrettini potesse compiere un tale salto di qualità e diventare stabilmente uno dei migliori tennisti in circolazione. Dopo un 2019 da sogno concluso con la semifinale agli US Open e la qualificazione alle ATP FINALS, per l’alfiere romano il 2020 è stato particolarmente complesso e non è mai riuscito a esprimersi ai livelli cui ci aveva abituato. Anche l’anno scorso, come raccontato anche da questo articolo di Sky Sport del 2021, Matteo è stato tormentato dagli infortuni per buona parte di stagione, sia nella fase iniziale agli Australian Open dove fu costretto al ritiro, sia nella parte conclusiva quando è stato costretto al ritiro alle ATP FINALS. Nel mezzo, però, Berrettini è riuscito a dimostrare tutto il proprio talento e dopo aver conquistato la finale al MASTERS 1000 di Madrid è dapprima riuscito a vincere il torneo londinese sull’erba del Queen’s – primo italiano della storia a riuscirci – per poi arrivare fino alle finale di Wimbledon e capitolare solo sotto i colpi del solito, straordinario, Novak Djokovic. Ora in vista dei prossimi Australian Open che si giocheranno dal 17 gennaio al 30 gennaio, secondo le scommesse sul tennis di Betway, Berrettini è indicato come una delle possibili rivelazioni proprio insieme a Jannik Sinner, anche se il principale candidato per la vittoria finale è proprio Novak Djokovic che non ha nessuna intenzione di interrompere il proprio dominio.

Sinner può diventare subito un top 5?

Alle spalle di Matteo Berrettini, a ogni modo, non solo non esiste il vuoto, ma c’è una quantità di talento tale che sono almeno quattro i tennisti italiani che possono giungere alle fasi conclusive di ogni torneo. Tra questi, come riportato da Calcio e Finanza, quello che ha maggiormente sorpreso e ha lasciato intravedere i maggiori margini di miglioramento è Jannik Sinner. A soli 20 anni l’altoatesino è riuscito a compiere un significativo salto di qualità che gli ha permesso di esprimersi al massimo su ogni superficie, eccezion fatta per l’erba dove il lavoro da fare è ancora tanto. Sinner, consigliato in modo egregio dal suo coach Piatti, sta crescendo di settimana in settimana sia dal punto di vista mentale, che dal punto vista fisico, che dal punto di vista tecnico ed è ormai uno dei migliori tennisti al mondo. Dopo aver rinunciato a partecipare alla Olimpiadi per ritrovare sé stesso, Sinner ha compiuto l’ennesimo salto di qualità e alla fine ha chiuso la stagione in TOP 10, diventando uno dei nuovi tennisti a riuscire nell’impresa. Il nono posto nella Race to Turin gli ha poi permesso di subentrare alle FINALS come riserva dove, come si può leggere su un articolo de la Repubblica, ha esordito dopo il ritiro del suo amico Berrettini. Proprio alle FINALS, nella partita d’esordio, Sinner ha dato dimostrazione di tutto il proprio talento ed è riuscito a portarsi a casa la prima storica vittoria.

La stagione 2022 del tennis mondiale è ai nastri di partenza e in casa Italia regna un cauto ottimismo in vista del futuro. Con Federer e Nadal che non riescono a trovare la condizione migliore, Djokovic pare destinato a infrangere ogni record e a dominare ancora per molti anni. Il serbo, però, dovrà stare attento ai nuovi nomi che si stanno affacciando sul circuito tennistico e che hanno fatto intravedere enormi margini di miglioramento. Tra questi ci sono anche i nostri Berrettini e Sinner e, da grandi appassionati di sport, non vediamo l’ora di scoprire cosa alla fine riusciranno a fare i nostri due talenti italiani. (guest post)

 

Condividilo Subito
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments