Redazione Paese24.it

Da Montegiordano olio votivo per San Biagio, patrono Diocesi Cassano

Da Montegiordano olio votivo per San Biagio, patrono Diocesi Cassano
Diminuisci Risoluzione Aumenta Risoluzione Dimensioni testo Stampa
Print Friendly, PDF & Email
La Diocesi di Cassano allo Ionio ha ricordato il suo patrono, San Biagio, con una Santa Messa solenne celebrata dal vescovo, don Francesco Savino, ieri (giovedì 3 febbraio) nella Basilica Cattedrale di Cassano e alla quale hanno preso parte i sacerdoti dei 22 comuni della Diocesi. L’olio per l’accensione della lampada votiva, è stato offerto dal Comune di Montegiordano, rappresentato dal sindaco Rocco Introcaso (nella foto). Non si trovano tante notizie storiche su san Biagio, ma la Chiesa lo venera come vescovo e martire degli inizi del IV secolo in Armenia, l’attuale Turchia. Si attribuisce a san Biagio la protezione da tutte le malattie della gola. Si narra infatti che, mentre il vescovo non volendo rinnegare la fede in Gesù Cristo veniva condotto al supplizio, guarì un fanciullo che soffocava a causa di una lisca di pesce conficcatasi in gola. San Biagio affrontò il martirio nella certezza che Cristo ha vinto la morte e che nel Suo Nome possiamo anche perdere la vita biologica ma salviamo la vita eterna.
Il vescovo Savino durante la celebrazione ha pregato per una Chiesa diocesana credibile, affidata alla coerenza di tutti i presbiteri. Una Chiesa appassionata del Signore. Don Francesco ha infine affidato al Signore e a San Biagio tutti e 22 i comuni della Diocesi, pregando affinché gli uomini e le donne impegnati nelle istituzioni operino con onestà, riconoscendo le vere necessità della gente.
Vincenzo La Camera
Condividilo Subito
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments