Redazione Paese24.it

Trebisacce. Bambini ucraini in fuga dalle bombe accolti tra i banchi di scuola

Trebisacce. Bambini ucraini in fuga dalle bombe accolti tra i banchi di scuola
Diminuisci Risoluzione Aumenta Risoluzione Dimensioni testo Stampa
Print Friendly, PDF & Email

Accoglienza profughi ucraini in fuga dalla guerra. A Trebisacce si passa dalle parole ai fatti, affinché la solidarietà non resti solo mera propaganda. Ben cinque bambini fuggiti dalle bombe di una guerra assurda sono stati accolti tra i banchi dell’Istituto Comprensivo. Una bella festa colorata è stata organizzata per festeggiare il “primo giorno di scuola” di Nazar, Alina, Bodhan, Anastasiia e Veronika. Per loro in dono anche quaderni, matite, astucci per poter iniziare con maggiore serenità il nuovo percorso scolastico. Su Paese24 nei giorni scorsi avevamo raccontato del primo bimbo ucraino accolto a scuola, il piccolo Nazar, a cui poi si sono aggiunti altri quattro compagnetti.

I piccoli alunni provenienti da lontano e sicuramente provati da una situazione troppo più grande di loro sono stati inseriti nel nuovo contesto scolastico nel rispetto di un protocollo di accoglienza che coinvolge anche le famiglie degli stessi bambini. La scuola ha provveduto ad affiancare alle figure educative già in organico anche i mediatori linguistici, filtri necessari per agevolare il corretto inserimento del bambino, non solo nell’ambiente didattico ma anche e soprattutto in quello della socializzazione. Allo stesso tempo è in programma l’attivazione di un progetto di lingua italiana per permettere ai bimbi ucraini di familiarizzare con la lingua del Paese che li ospita.

Vincenzo La Camera

Condividilo Subito
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments