Redazione Paese24.it

Calcio, Serie A. La partita di Paese24: Lazio-Sassuolo 2-1

Calcio, Serie A. La partita di Paese24: Lazio-Sassuolo 2-1
Diminuisci Risoluzione Aumenta Risoluzione Dimensioni testo Stampa
Print Friendly, PDF & Email

La nostra partita di Serie A Tim del mese ci porta direttamente all’Olimpico di Roma per il match del tardo pomeriggio del sabato, 31° giornata del campionato di Serie A Tim, tra la Lazio di Sarri e il Sassuolo di Dionisi. Il Sassuolo è la squadra del calabrese Domenico Berardi e dell’ex Crotone dei miracoli Ferrari. Gli emiliani esprimono forse uno dei migliori modi di giocare in Serie A. Dall’altro lato la Lazio di Sarri voleva a tutti i costi rilanciarsi dopo la scoppola subita nel derby contro la Roma e scavalcare proprio i cugini in classifica al sesto posto. Altra curiosità era lo scontro tra gli attaccanti della Nazionale Italiana dopo lo sfortunato play-off mondiale contro la Macedonia. Di fronte, infatti, Immobile (Lazio) da un lato e Scamacca e Raspadori (indisponibile l’altro azzurro Berardi) dall’altro. Ai punti ha vinto, grazie anche alla rete, Ciro Immobile. Per la cronaca la Lazio ha vinto per 2 a 1 ed è bastato poco più di un tempo per stendere il Sassuolo grazie alle reti di Lazzari e Milinkovic-Savic. I ragazzi di Dionisi appaiono in grande difficoltà e quasi per tutta la partita e si svegliano soltanto nei due finali, con la traversa di Frattesi alla fine del primo tempo e il gol della bandiera di Traore in pieno recupero.

LAZIO SUBITO IN GOAL. SASSUOLO FERMO – Con la voglia di riscattare subito un derby deludente contro la Roma, la Lazio scende in campo con grande cattiveria agonistica, provando subito ad attaccare un Sassuolo privo del suo faro Domenico Berardi. Nonostante ciò sono proprio i neroverdi a rendersi pericolosi per primi con uno scavetto insidioso di Scamacca che però viene neutralizzato dal portiere laziale. Il palleggio dei ragazzi di Dionisi non è efficace come al solito e i biancocelesti riescono a creare tante occasioni importanti, come quella che porta al gol al 17′ con Lazzari che parte in velocità e di sinistro apre i conti della partita. Sono sempre i ragazzi di Sarri ad avere tra i piedi i palloni più pesanti e nel primo tempo arrivano vicino al raddoppio più volte, specialmente nel finale con la conclusione potente di Felipe Anderson. Prima dell’Intervallo, sotto una prima grandinata, il Sassuolo si fa vivo con Frattesi che di testa trova la traversa.

MILINKOVIC-SAVIC RADDOPPIA. IL SASSUOLO SI SVEGLIA TARDI – Anche nella ripresa il copione è praticamente lo stesso, con la Lazio più convincente e brava a creare occasioni. Il Sassuolo cerca le ripartenze, tuttavia, senza mai impensierire la retroguardia di casa. Ma è la Lazio a tambureggiare. Ci prova prima Immobile con un tiro che finisce sopra alla traversa. La prova generale del goal che arriva puntuale al 51′, quando  su una punizione a giro di Luis Alberto spunta Milinkovic-Savic, che devia il pallone in porta: per certificare la rete serve un lungo check al VAR, ma alla fine l’arbitro Rapuano convalida il 2-0. Con il raddoppio i biancocelesti triano il freno a mano e provano ad abbassare il ritmo della partita per risparmiare energie, nel frattempo sull’Olimpico ad intermittenza si scatena una grandinata. La Lazio riaccende i motori al 70’ con  Luis Alberto  che ci prova direttamente da corner ma trova soltanto la traversa. Il Sassuolo si vede nel finale prima con Raspadori che  prova a sfruttare un buon pallone di Traore, ma sbaglia completamente il tiro. In pieno recupero, al 94′ gli ospiti segnano il gol del 2-1 targato Traore ma ormai è troppo tardi.

IL TABELLINO:

LAZIO –  SASSUOLO  2-1

Marcatori:  17′ Lazzari, 51′ Milinkovic, 94′ Traore. 

LAZIO (4-3-3): Strakosha; Lazzari, Patric, Acerbi, Marusic; Milinkovic-Savic, Lucas Leiva (79′ Cataldi), Luis Alberto (92′ Akpa Akpro); Zaccagni, Immobile, Felipe Anderson. A disp.: Reina, Adamonis, Hysaj, Kamenovic, Luka Romero, Raul Moro, Cabral. All.: Sarri.

SASSUOLO  (4-3-3): Consigli; Muldur (74′ Toljan), Ayhan, Ferrari, Kiriakopoulos (45′ Rogerio); Frattesi (74′ Harroui), Henrique, Defrel, Raspadori, Traore, Scamacca (89′ Samele). A disp.: Vitale, Pegolo, Magnanelli, Oddei, Ciervo, Peluso, Chiriches, Tressoldi. All. Dionisi.

ARBITRO: Rapuano di Rimini Assistenti: Rossi – Pagnotta. IV Uomo: Volpi

NOTE: Ammoniti: 5′ Kiriakopoulos (S), 7′ Felipe Anderson (L), 32′ Frattesi (S), 84′ Harroui (S).

da Roma, Pasquale Golia

Condividilo Subito
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments