Redazione Paese24.it

Un funambolo nel cielo di San Severino Lucano

Un funambolo nel cielo di San Severino Lucano
Diminuisci Risoluzione Aumenta Risoluzione Dimensioni testo Stampa
Print Friendly, PDF & Email

di Federica Grisolia – Tutti a testa in su, con gli occhi rivolti al cielo di San Severino Lucano, per seguire i passi del funambolo torinese Andrea Loreni, unico in Italia specializzato in traversate a grandi altezze. L’appuntamento, che rientra nel programma arte@parte, è per sabato 3 settembre alle ore 19.30 (in caso di maltempo la traversata è rinviata a domenica 4) nel borgo del Pollino. Il funambolo camminerà su un cavo illuminato a LED, partendo dalla Chiesa di San Vincenzo: un cavo lungo 60 metri circa, a 20 metri di altezza. La traversata di Andrea Loreni inaugura un ciclo di appuntamenti dedicati al cammino come arte. Il programma, curato dall’associazione ArtePollino, è sostenuto dalla Regione Basilicata. «Per noi è un onore e un piacere ospitare un evento di tale portata – afferma il sindaco di San Severino Lucano, Franco Fiore -. Abbiamo accolto subito la proposta di ospitare lo spettacolo del funambolo Andrea Loreni, sia per la performance in sé sia per l’unicità artistica di Loreni che camminerà sotto il nostro cielo così come ha fatto in Svizzera, Serbia e in tantissime altre città italiane e straniere». Andrea Loreni, prima della performance, risiederà alcuni giorni a San Severino Lucano ed entrerà in contatto con il luogo e con gli abitanti. Nel suo percorso di ricerca, Andrea unisce lo Zen e il funambolismo, quali strade privilegiate di acceso all’autenticità artistica ed esistenziale. Ha camminato sopra l’acqua o immerso nel verde delle montagne, per il cinema e la televisione, in piano e in pendenza, in silenzio o accompagnato da suoni che hanno vibrato insieme alla corda. Ha percorso chilometri su un cavo teso nei cieli di numerose città italiane, tra cui Torino, Bologna, Roma, Venezia, Firenze, Genova, Brescia, Trieste, e all’estero camminando nei cieli della Svizzera, della Serbia, in Israele, in Thailandia e sopra il lago del tempio Sogen-ji in Giappone. Il suo record personale è una traversata a Frassinetto (TO) su un cavo a 300 metri di altezza, lungo 350 metri.

Condividilo Subito
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments