Redazione Paese24.it

Trebisacce, fabbricato fatiscente in centro. Proprietari latitano, interviene Comune

Trebisacce, fabbricato fatiscente in centro. Proprietari latitano, interviene Comune
Diminuisci Risoluzione Aumenta Risoluzione Dimensioni testo Stampa

Sarà il comune di Trebisacce, sostituendosi ai proprietari, a sanare lo sconcio costituito da un vecchio fabbricato (nella foto), fatiscente e pericolante e da una recinzione cadente e debordante rispetto all’asse stradale. Il vecchio fabbricato, che sorge in pieno centro e affaccia da una parte su piazza Ottavio De Meo e dall’altra su via Principe Umberto, era stato in parte demolito e in parte transennato dagli attuali proprietari perché doveva essere ristrutturato e riqualificato.

A distanza però di diversi anni i lavori non sono mai iniziati. Col passare del tempo la stessa recinzione, che aveva già in partenza invaso parte della carreggiata, è andata in rovina ed oggi costituisce un ostacolo per la circolazione, un pericolo per la sicurezza dei pedoni e rappresenta, come si vede, un vero monumento al degrado.

Ecco allora che l’Amministrazione comunale in carica, attraverso un regolare procedimento affidato al dirigente dell’ufficio tecnico architetto Antonio Brunacci, ha diffidato i proprietari ad intervenire ed a risanare quello sconcio, arretrando peraltro la recinzione. Trascorso però in modo infruttuoso il termine perentorio previsto nella diffida, il comune ha deciso di intervenire in prima persona avviando le procedure di rito per affidare l’incarico ad una ditta che eseguirà i lavori, riservandosi, ovviamente, di rivalersi economicamente sui proprietari.

Pino La Rocca

Condividilo Subito

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *