Redazione Paese24.it

A San Severino Lucano lavanda dei piedi con i rifugiati dello Sprar

A San Severino Lucano lavanda dei piedi con i rifugiati dello Sprar
Diminuisci Risoluzione Aumenta Risoluzione Dimensioni testo Stampa
Download PDF

A San Severino Lucano (Pz) tre rifugiati ospiti dello Sprar (Sistema di Protezione per Richiedenti Asilo e Rifugiati) prenderanno parte alla lavanda dei piedi, gesto che Gesù fece nei confronti dei discepoli durante l’Ultima Cena, prima di essere condannato a morte, e che si rivive durante la liturgia del Giovedì santo, nella messa “in Cena Domini”.

La Chiesa san-severino-lucanodi San Severino rivolgerà, così, attenzione nei confronti dei migranti proprio in quel gesto simbolo di ospitalità, nel mondo antico, dove lavare i piedi, che si sporcavano a causa delle strade fangose e polverose, era un dovere dello schiavo verso il padrone. Anche Papa Francesco laverà i piedi a 12 profughi del C.A.R.A. di Castelnuovo di Porto (Roma).

Federica Grisolia

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *