Redazione Paese24.it

Longobucco, Campana e Bocchigliero provano a ripartire dalla… montagna

Longobucco, Campana e Bocchigliero provano a ripartire dalla… montagna
Diminuisci Risoluzione Aumenta Risoluzione Dimensioni testo Stampa
Download PDF

MONTAGNASOLIDALE-LONGOBUCCO (6)Ritornare a prendersi cura della montagna per frenare lo spopolamento e il dissesto idrogeologico. I comuni di Longobucco, Bocchigliero e Campana fanno rete per partecipare al progetto “Montagna solidale” che vede come suo promotore il consigliere regionale Mimmo Bevacqua. Il tour del progetto in giro per i territori è approdato nella sala consiliare di Longobucco ed ha visto la partecipazione dei tre comuni, con il sindaco padrone di casa, Luigi Stasi e di Giuseppe Santoro (Bocchigliero) e Agostino Chiarello (Campana). I tre comuni che hanno aderito al progetto, contano da soli 45 mila ettari e rappresentano il 50% del territorio del Parco della Sila.

Tutela dell’ambiente e salvaguardia del suolo, messa in sicurezza dei boschi e dei corsi d’acqua, prevenzione dei dissesti e conservazione di beni artistici, storici e culturali, sviluppo dei territori montani, occupazione giovanile, contrasto allo spopolamento dei territori: questi i punti cardine della proposta di legge “Montagna solidale”, che prevede il coinvolgimento lavorativo di 5000 giovani per quattro mesi ciascuno, nel corso del suddetto progetto che avrà durata quinquennale.

v.l.c.

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *