Redazione Paese24.it

Corigliano-Rossano. Nasce un servizio di accoglienza per le persone senza fissa dimora

Corigliano-Rossano. Nasce un servizio di accoglienza per le persone senza fissa dimora
Diminuisci Risoluzione Aumenta Risoluzione Dimensioni testo Stampa

E’ stata firmata una convenzione tra il Comune di Corigliano-Rossano e l’Arcidiocesi di Rossano-Cariati per un servizio di accoglienza dedicato a persone adulte senza fissa dimora. Un primo accordo formale tra i due enti che punta ad un percorso condiviso di sostegno alle persone bisognose. Alla firma della convenzione era presente, insieme all’assessore Donatella Novellis anche l’arcivescovo, don Giuseppe Satriano. Hanno partecipato, inoltre, la dirigente Tina De Rosis e la responsabile del procedimento Bernarda Carbone, il presidente della commissione consiliare servizi alla persona Cesare Sapia, il direttore della Caritas Don Stefano Aita ed il Vicario Generale dell’Arcidiocesi don Pino Straface.

Il servizio prevede l’accoglienza notturna di persone adulte nella struttura di via Giovanni XXIII di Rossano. Previsto anche un servizio docce con cambio di biancheria e igiene alla persona. E distribuzione – ove disponibili – di indumenti di prima necessità. Sono destinatari degli interventi, quanti vivono in strada o in sistemazioni di fortuna; ricorrono a dormitori o strutture di accoglienza notturna; sono ospiti di strutture, anche per soggiorni di lunga durata, per persone senza dimora; sono in procinto di uscire da strutture di protezione, cura o detenzione, e non dispongono di una soluzione abitativa. I destinatari sono quelli presenti nel territorio dell’Ambito che comprende i comuni di Corigliano-Rossano, Calopezzati, Caloveto, Cropalati, Crosia, Longobucco, Paludi, San Cosmo, San Demetrio, San Giorgio, Vaccarizzo.

Vincenzo La Camera

Condividilo Subito

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *