Redazione Paese24.it

Comprensivo Taverna di Montalto Uffugo. A Scuola di giornalismo con il direttore di Paese24

Comprensivo Taverna di Montalto Uffugo. A Scuola di giornalismo con il direttore di Paese24
Diminuisci Risoluzione Aumenta Risoluzione Dimensioni testo Stampa

In questo anno scolastico particolare, l’Istituto Comprensivo Taverna di Montalto Uffugo (Cs) non ha rinunciato alle diverse attività complementari che ormai da alcuni anni connotano questa scuola come tra le più innovative e culturalmente vivaci dell’intera provincia di Cosenza. In questa ottica l’Istituto Comprensivo, guidato dalla Dirigente Scolastica Gemma Faraco, ha proposto ai suoi allievi un particolare laboratorio dal titolo “Creativamente… Giornalismo!” tenuto dal direttore di Paese24.it, Vincenzo La Camera, coadiuvato dall’insegnante Anna Maria Santoro, in qualità di tutor.

Nei mesi di attività, la classe si è trasformata in una vera e propria redazione con una trentina di giornalisti in erba che, giorno dopo giorno, hanno appreso i primi rudimenti della comunicazione sino alle regole basilari per il mestiere del giornalista, ovviamente in un contesto rapportato alla loro età. Dalla ricerca delle informazioni alla redazione degli articoli, passando per la loro titolazione e per la scelta accurata delle fotografie. Come distinguere la corretta informazione dalle fake news.

E poi ancora, le tecniche per prendere appunti, realizzare una buona sintesi, strutturare una intervista interessante con diverse simulazioni effettuate al cospetto di referenti della società civile e del mondo delle istituzioni che sono stati ospitati in redazione, come lo stesso sindaco di Montalto Uffugo, il Dirigente Scolastico e presidenti di associazioni operanti sul territorio.

«L’organizzazione mostrata dalla scuola, la fiducia dei genitori e l’entusiasmo dei ragazzi ci hanno consentito di condurre in porto, con importanti risultati, questo laboratorio, sviluppatosi in uno dei periodi più complicati che la storia contemporanea ci ha riservato. I ragazzi sono stati accolti in redazione nel pieno rispetto dei protocolli igienico-sanitari e grazie ad un adeguato supporto tecnologico hanno toccato con mano il mestiere del giornalista.

La voglia di comunicare, di imparare cose nuove, il desiderio innato di essere creativi sono emozioni che nessuna pandemia può frenare. Almeno per i più piccoli», ha commentato il giornalista Vincenzo La Camera che ha curato assieme alla tutor del progetto la realizzazione di un giornalino cartaceo a testimonianza dell’impegno dei ragazzi nell’apprendere una disciplina che da sempre affascina ed incuriosisce.

Redazione

Condividilo Subito
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments