Redazione Paese24.it

Festa per la baby Italia a Taranto. Con gli studenti in tribuna vincere è più bello

Festa per la baby Italia a Taranto. Con gli studenti in tribuna vincere è più bello
Diminuisci Risoluzione Aumenta Risoluzione Dimensioni testo Stampa
Print Friendly, PDF & Email

Inizia nel migliore dei modi il 2022 degli Azzurrini del C.T. Nunziata che, davanti al pubblico dell’Erasmo Iacovone di Taranto, superano di misura i pari età della Turchia grazie alla rete dal dischetto del fantasista della Juve Fabio Miretti. L’abbraccio della Città dei due Mari ai colori azzurri è fortissimo, la tribuna centrale dello stadio ha accolto migliaia di studenti delle scuole cittadine e dell’intera provincia, giunti a sostenere calorosamente la rappresentativa della Nazionale nel test match in vista della fase elite dell’Europeo che si disputerà a fine marzo in Finlandia. Un abbraccio che mancava da 13 anni, quello tra il pubblico tarantino e gli Azzurri, i quali hanno ricambiato l’affetto ricevuto mettendo in campo una bella prestazione, fatta di grinta, tecnica e cuore, contro una Turchia tosta e compatta e sempre pronta a pungere.

CRONACA PRIMO TEMPO – Partono bene gli Azzurrini di Nunziata, che al 10′ pt provano a bussare alla porta dei turchi con la prima conclusione di capitan Miretti dalla distanza. La mira del fantasista juventino, però, è da rivedere e la sua conclusione termina abbondantemente a lato. La pressione degli azzurrini si fa sempre più costante con le sgroppate di Pieragnolo – all’esordio assoluto – e l’imprevedibilità della coppia juventina Hasa-Miretti, i quali, pur dimostrando un ottimo feeling, non riescono a scalfire la retroguardia turca. Ci provano, allora, i ragazzi di Mister Zayim a sbloccare l’empasse, ed è proprio per gli ospiti la prima grande chance del match con Sonmezsoy – attaccante del Trabzonspor – bravo a sfruttare l’errore nel retropassaggio del difensore in forza al Sassuolo, Edoardo Pieragnolo, e a saltare l’estremo difensore azzurro – proveniente dal vivaio del Milan – Sebastiano Desplanches, ma sicuramente poco preciso nel depositare il pallone nel sacco. Al 43′ gli Azzurrini passano in vantaggio grazie al calcio di rigore concesso dal Sig. Pezzuto per l’atterramento in area ai danni di Ambrosino. Dagli undici metri si presenta Fabio Miretti, che con estrema freddezza spiazza Moradoglu e porta l’Italia al riposo avanti di un gol. 

CRONACA SECONDO TEMPO – Nella ripresa il C.T. Nunziata rivoluziona l’intero scacchiere, per testare sotto ogni aspetto i suoi ragazzi in vista della partenza per l’Europeo in Finlandia. Nel nuovo assetto tattico trova posto anche il giovane calabrese Tommaso Maressa, classe 2004, originario di Palizzi (Reggio Calabria), attualmente nella cantera della Juventus. Il cambio di formazione non cambia l’andamento dell’incontro con l’Italia a mantenere alto il proprio baricentro e a mantenere il pallino del gioco. I turchi, dal canto loro, applicano il più classico gioco all’italiana, con un buon catenaccio e contropiede, senza però riuscire ad impensierire Zacchi Al 13′ sono ancora gli azzurrini a farsi in avanti con una bella manovra offensiva sull’asse Mancini – Vergara, ma la difesa ospite riesce a chiudere gli spazi all’avanzata dei ragazzi di Nunziata e a capovolgere l’azione con un interessante contropiede, al quale ha risposto presente la retroguardia azzurra. Ma è sempre l’Italia a spingere sull’acceleratore alla ricerca del raddoppio e a provarci con le discese del classe 2004 Giuseppe D’agostino, accompagnato bene nella manovra offensiva da Maressa sulla corsia di destra e da un Mancini in buono stato di forma. L’unico sussulto della ripresa per gli ospiti è racchiuso nella conclusione del giovane Dag che non impensierisce il subentrato Zacchi. Al 42′ st l’Italia prova a mettere in cassaforte il match con ottimo diagonale di Maressa che trova una grande risposta di Ozkanli. Sui titoli di coda il colpo di testa di D’agostino sugli sviluppi di un corner si infrange sull’esterno della rete. Vince l’Italia U-19, alla quale basta la rete di Miretti per superare la Turchia e regalarsi la prima vittoria alla prima uscita dell’anno.

 TABELLINO

ITALIA (4-3-1-2) : Desplanches (46′ Zacchi); Terracciano (46′ Gentile), Ghilardi (46′ Palomba), Stivanello (46′ Bertola), Pieragnolo (46′ Turicchia); Miretti (C) (46′ Maressa), Faticanti (46′ Giovane [C]), Cavuoti (46′ Valente); Hasa (46′ Vergara); Palazzino (46′ D’Agostino), Ambrosino (46′ Mancini). All.: Nunziata.

TURCHIA (4-2-3-1) : Moradaoğlu (81′ Özkanlı); Yiğit (81′ Aksoy), Şahindere [C], Eraslan, Gülay (69′ Sarıbaş); Karaal (46′ Şenyurt), Zehir (69′ Şanlıtürk); Sönmezsoy, Çeltik (C) (69′ Doğ), Aydın (59′ Cebeci); Altunbaş. All.: Zayim.

Marcatore, Miretti 43’ (rig.)

Arbitro: Ivan Pezzuto ; Assistenti: Alessandro Cipressa e Giuseppe Perrotti. Quarto Uomo: Luca Massimi

Ammoniti: 13′ Karaal, 14′ Eraslan, 75′ Altunbaş, 77′ Maressa, 85′ D’Agostino.

da Taranto, Giovanni Pirillo

 

 

Condividilo Subito
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments