Redazione Paese24.it

Cosenza. Presunte molestie a scuola. Dirigente accusata di non aver adottato provvedimenti

Cosenza. Presunte molestie a scuola. Dirigente accusata di non aver adottato provvedimenti
Diminuisci Risoluzione Aumenta Risoluzione Dimensioni testo Stampa
Print Friendly, PDF & Email

Gli ispettori inviati dal ministro dell’Istruzione, Patrizio Bianchi, hanno ascoltato nella giornata di ieri (martedì) i docenti dell’istituto d’istruzione superiore “Valentini-Majorana” di Castrolibero (Cosenza) per accertare i fatti legati alle denunce presentate ai carabinieri e alla Polizia da due studentesse, che hanno riferito di avere subito molestie da parte di un professore in servizio nella scuola. Alcuni dei docenti – da quanto riferisce l’agenzia di stampa Ansa – hanno ribadito agli ispettori la richiesta di sospensione della dirigente dell’istituto accusata di non avere adottato adeguati provvedimenti disciplinari a carico del professore che avrebbe commesso le molestie nei confronti delle due studentesse.

Il docente nel frattempo è stato iscritto nel registro degli indagati dalla Procura della Repubblica di Cosenza nell’ambito dell’inchiesta avviata su quanto sarebbe accaduto nell’istituto. La stessa dirigente non ha rilasciato alcuna dichiarazione, ribadendo la volontà già espressa di non dimettersi. Secondo quanto si è appreso, gli ispettori hanno acquisito una corposa documentazione che utilizzeranno per stilare la relazione che presenteranno al ministro Bianchi, insieme alle dichiarazioni che hanno raccolto della dirigente, dei docenti e degli studenti, a conclusione degli accertamenti in corso. Intanto, prosegue l’occupazione della scuola, iniziata il 3 febbraio, da parte degli studenti in segno di protesta contro la dirigente, accusata di inerzia in relazione ai fatti denunciati.

Redazione

Condividilo Subito
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments