Redazione Paese24.it

Castrovillari, stretta sul gioco d’azzardo

Castrovillari, stretta sul gioco d’azzardo
Diminuisci Risoluzione Aumenta Risoluzione Dimensioni testo Stampa
Print Friendly, PDF & Email

Il Comune di Castrovillari ha approvato un nuovo regolamento per la prevenzione e il contrasto del gioco d’azzardo, e l’esercizio del gioco lecito. Ben 27 articoli redatti grazie al contributo di Minoranza e Maggioranza, in conformità all’apposita legge regionale, a favore della legalità, dell’economia responsabile e trasparente. A renderlo noto, il sindaco, Mimmo Lo Polito, e il presidente della Terza commissione consiliare permanente, Giuseppe Russo, il quale si è soffermato sul disagio sociale che colpisce tutte le fasce, in particolari quelle più svantaggiate, e spesso causa anche di fenomeni criminosi.

Messa al bando delle slot machine e regole ferree per chi continua a proporle. In particolare – riferiscono gli amministratori  – l’indicazione ai gestori di questi esercizi di spostarli a non meno di 500 metri da luoghi sensibili, quali istituti scolastici di ogni ordine e grado, centri di formazione, luoghi di culto, impianti sportivi, strutture sanitarie, ricettive per categorie protette, oratori, istituti di credito, negozi di compravendita di preziosi, parchi e giardini. Per questi sarà vietata qualsiasi attività pubblicitaria e la violazione presenta sanzioni amministrative pecuniarie. Gli stessi, peraltro, sono tenuti ad esporre all’ingresso e all’interno materiale informativo, anche predisposto dall’Asp, diretto a evidenziare il fenomeno, i rischi correlati al gioco e la presenza sul territorio dei servizi di assistenza.

A chi, invece, si adopererà per disinstallarle, riconvertendo la propria attività, il Comune andrà incontro prevedendo forme d’incentivazione premianti e facendosi, inoltre, promotore per reperire contributi a sostegno di tali scelte di economia virtuosa. Attenzione particolare, poi, nei riguardi dei cittadini le cui finanze sono state gravemente dissestate dal gioco. A riguardo, in caso di richiesta di sovvenzioni economiche per la propria persona o per la famiglia, l’Amministrazione si riserva di concedere i contributi o favorire sgravi, a patto che il richiedente accetti di sottoporsi a un percorso terapeutico presso l’apposito servizio Asp, che certificherà l’effettiva presa in carico del soggetto ludopatico.

Tra gli interventi previsti dall’Amministrazione anche iniziative e campagne di sensibilizzazione per contrastare il gioco d’azzardo, coinvolgendo le scuole secondarie di I e II grado della città, la ricognizione delle attività commercialial fine di informare i gestori sulle nuove disposizioni in materia e l’istituzione di un elenco, che sarà pubblicato sul sito dell’Ente, degli esercizi che non hanno tali apparecchi.

Si ricorda, inoltre, che Castrovillari è nel protocollo d’intesa sulla prevenzione della diffusione della dipendenza dal gioco d’azzardo, con la diocesi di Cassano all’Ionio, la Prefettura di Cosenza, l’Asp e gli altri ventuno comuni del comprensorio.

«Questo regolamento – dichiarano Lo Polito e Russo – non ha la pretesa di cancellare la problematica, ma, sicuramente, di inibirla, se accompagnata da tutti con quella coscienza di società civile che guarda ad ogni ambito e a ciascun individuo come parti imprescindibili di uno sviluppo vero e sano».

Federica Grisolia

Condividilo Subito
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments