Redazione Paese24.it

Trebisacce. Nervi tesi allo Sportello Asp. Cure mediche per utente e impiegato

Trebisacce. Nervi tesi allo Sportello Asp. Cure mediche per utente e impiegato
Diminuisci Risoluzione Aumenta Risoluzione Dimensioni testo Stampa
Print Friendly, PDF & Email

Denuncia e controdenuncia a Trebisacce tra un utente della sanità e un impiegato dell’Asp a causa di un vivace diverbio verificatosi presso lo Sportello dell’ex Ospedale “Chidichimo” dove si ritirano gli esiti del Laboratorio Analisi. Entrambi i protagonisti dell’episodio sono finiti prima all’adiacente Punto di Primo Intervento (l’uno per presunta aggressione e l’altro per presunto stato di agitazione a seguito del diverbio) e successivamente davanti ai Carabinieri di Trebisacce per denunciarsi reciprocamente. I fatti. Una persona di Trebisacce nei giorni scorsi si è recata presso il suddetto Sportello per ritirare le analisi cliniche di una terza persona, sprovvisto della documentazione, con relativa delega idonea al rilascio del referto, da quanto si apprende.

L’impiegato faceva notare che senza la necessaria documentazione non sarebbe stato possibile consegnare l’esito delle analisi, invitando l’interessato a tornare con la necessaria documentazione. A seguito delle insistenze dell’utente, che fa notare trattarsi di invalido civile e delle reiterate resistenze dell’impiegato, i toni si sono presto alterati tanto da far passare i diretti interessati dalle parole ai fatti, non escludendo – pare –  il contatto fisico tra i due: versione, questa, avallata dall’utente e smentita dal dipendente Asp. I Carabinieri della locale stazione, sotto la guida del maresciallo maggiore Natale Labianca, intanto, hanno comunque raccolto le denunce dei due diretti interessate, ognuna delle quali con la propria versione dei fatti.

Pino La Rocca

 

Condividilo Subito
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments