Redazione Paese24.it

Alto Jonio nella morsa degli autovelox. Attivato nuovo tutor a Roseto Capo Spulico

Alto Jonio nella morsa degli autovelox. Attivato nuovo tutor a Roseto Capo Spulico
Diminuisci Risoluzione Aumenta Risoluzione Dimensioni testo Stampa
Download PDF

Continua l’installazione degli autovelox nell’Alto Jonio cosentino. Da ieri (10 maggio), infatti, è attivo un tutor tra i km 403+800 e 402+534 nel comune di Roseto Capo Spulico, al confine con quello di Montegiordano. Il sistema di controllo medio della velocità è posizionato sulla carreggiata sud, direzione Reggio Calabria, località Baia Bella (nella foto), a poche centinaia di metri dall’uscita dell’ultima delle tre gallerie, anch’esse monitorate con il sistema tutor, ricadenti nel comune di Montegiordano. Il limite di velocità è 90 Km/ora.

Il Comune di Roseto Capo Spulico, dopo questa operazione che l’ha portato a dotarsi di un impianto fisso, abbandonerà la modalità dell’autovelox mobile utillizzata sinora nella piazzola a pochi metri dal Castello Federiciano, direzione Taranto. Roseto si aggiunge a Rocca Imperiale, Trebisacce e Montegiordano per quanto riguarda gli impianti fissi. Villapiana invece si affida ad impianti mobili lungo la Ss 106 oppure sulla Sp 263 che conduce a Francavilla Marittima e Castrovillari.

v.l.c.

Share Button

5 Responses to Alto Jonio nella morsa degli autovelox. Attivato nuovo tutor a Roseto Capo Spulico

  1. Pino 2017/05/12 at 07:46

    È un vero schifo. Se si pensa che i comuni lo fanno solo per fare cassa, tanto è vero che mettono in bilancio preventivo questi introiti. Le strade restano comunque dissestate, tanto è vero che continuano a ridurre i limiti di velocità. Forse dovremo incominciare a pensare di sostituire le auto con gli asini.

    Rispondi
  2. Pietro 2017/05/12 at 08:13

    Possibile che gli automobilisti, dell’alto Jonio e non, sono così indisciplinati?
    A cosa servono tutti questi Tutor? Il dubbio sorge spontaneo.

    Rispondi
  3. GIUSEPPE PAGANO 2017/05/12 at 11:34

    Tutti i Sindasci si dovrebbero vergognare nel reperire fondi per le casse comunali facendo installare sulle strade dei rispettivi comuni simili apparecchi.L’ultimo ,quello di cui parla l’articolo fa ridere anche i polli,poichè posto a circa un chilometro dal precedende,ossia l’autovelox nel comune di Montegiordano.I Sindaci se si trovano nell’impossibilità di amministrare un Comune ,devono solo dimettersi.NESSUNO LI OBBLIGA A FARE I SINDACI.
    Certamente non possono far pagare le innumerevoli carenze ai cittadini,i quali sono già sottoposti a una marea contributiva.

    Rispondi
  4. corrado 2017/05/12 at 12:12

    condivido lo sdegno per questa forma di autofinanziamento dei comuni che evidenzia l’incapacità di amministrare di molti sindaci locali……ma arrivati a questo punto consiglierei a tutti gli automobilisti di viaggiare sotto il limite di velocità per rendere inutile l’installazione dei tutor e la previsione dei facili guadagni di milioni di euro. tutte le cariche degli amministratori sono TEMPORANEE!!!!!!!!!!!!!

    Rispondi
  5. Elvo 2017/05/14 at 14:21

    È proprio uno schifo, buttando via soldi per i socialmente utili e pretendono di far soldi con le multe.proprio schifo, ma non soltanto lì ma anche negli altri paesi,è magari su strade di che potrebbero farne a men

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *