Redazione Paese24.it

Roseto, furto alle Scuole Elementari. Trafugati i videoproiettori delle lavagne interattive

Roseto, furto alle Scuole Elementari. Trafugati i videoproiettori delle lavagne interattive
Diminuisci Risoluzione Aumenta Risoluzione Dimensioni testo Stampa
Download PDF


Ladri ancora in azione anche a Roseto Capo Spulico. Dopo i furti registrati alle abitazioni e alle attività commerciali negli ultimi giorni su tutto l’Alto Ionio, si aggiunge a questo triste elenco anche la scuola elementare della Città delle Rose.
Agevolati dal buio della notte, i ladri si sono introdotti nell’edificio del paese, senza arrecare evidenti segni di effrazione a porte e finestre, portando via i videoproiettori delle Lim, le lavagne interattive multimediali in dotazione alle classi. La scoperta del furto è avvenuta il mattino successivo, con l’arrivo dei docenti e dei collaboratori scolastici per il regolare svolgimento delle lezioni.

Della vicenda sono stati informati i Carabinieri della locale stazione. In corrispondenza dell’edificio scolastico, però, non è presente il sistema di videosorveglianza da poco installato sul territorio, le telecamere, infatti, inquadrano l’ufficio postale chiuso da qualche mese. Un duro colpo, non solo per il danno materiale arrecato all’istituto, ma soprattutto per il ruolo che la scuola ricopre all’interno della comunità. I videoproiettori rubati servivano per il corretto funzionamento delle LIM, le lavagne interattive multimediali, per fornire agli alunni un metodo d’apprendimento votato alle nuove tecnologie. Il loro furto, avvenuto in un periodo di transizione dalla lavagna tradizionale ai nuovi metodi d’insegnamento hi tech, rappresenta una grave ferita, un danno di cui gli unici a pagarne veramente le spese saranno proprio gli alunni.

Giovanni Pirillo

 

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *