Redazione Paese24.it

Cassano, ultimatum del Pd a Papasso. «Spiegazioni su utilizzo fondo Syndial»

Cassano, ultimatum del Pd a Papasso. «Spiegazioni su utilizzo fondo Syndial»
Diminuisci Risoluzione Aumenta Risoluzione Dimensioni testo Stampa

cassano-comune2“Se il sindaco non dovesse dare risposte ai problemi prospettati dal Pd in merito all’utilizzo del fondo Syndial, si porrebbero inevitabilmente problemi di compatibilità politica con l’attuale gestione del Comune”. Tradotto in soldoni e semplificando il “politichese” del segretario cittadino Luigi Adduci, anche i democrat cassanesi potrebbero sbattere la porta, come ha fatto di recente SEL, e togliere il sostegno politico all’attuale maggioranza di centrosinistra. Un nuovo smottamento politico potrebbe dunque profilarsi all’interno della coalizione politica uscita vincitrice dalle amministrative del 2012 che ha portato sullo scranno più alto del Palazzo di città, dopo circa due decenni, un sindaco di centrosinistra.

Uno smottamento tuttavia, che non dovrebbe influire sulla tenuta numerica in consiglio comunale della maggioranza. Un’altra falla che comunque il leader della coalizione, il sindaco Giovanni Papasso, si sta adoperando invano di chiudere invitando a più riprese il PD ad entrare in giunta e condividere direttamente la gestione della res pubblica. Ma i democrat cassanesi, a quanto pare, non ne vogliono sapere ed il segretario Adduci in una nota risponde: “Al Pd non interessano né  poltrone, e né gestioni. Ha invece interesse diretto e immediato, data l’attuale disponibilità nelle casse comunali della cospicua somma risarcita dalla Syndial spa, al conseguimento di quei principali obiettivi programmatici, sui quali l’amministrazione marcia in ritardo, che sono alla base della  proposta politica di cambiamento presentata ai cassanesi nella scorsa primavera”.

Puntualizza ancora il segretario: “E’ di fondamentale rilevanza marcare  in modo netto il cambiamento con le gestioni fallimentari e clientelari del passato, sostenendo nell’immediatezza interventi finalizzati che vanno dal superamento dell’isolamento del nostro territorio comunale, alla costituzione di un fondo di sostegno all’occupazione. Questa è la nostra chiara, inequivocabile posizione politica che il sindaco, dice Adduci, si ostina non comprendere quando afferma di “mantenere un posto libero” in giunta per il  Pd, il quale tra l’altro annuncia  che incontrerà a breve le forze sindacali disponibili del territorio con le quali discutere gli obiettivi programmatici da conseguire finalizzati ad una reale e concreta valorizzazione del territorio comunale”. Questa dunque la road mapp tracciata dal PD cassanese che sarà al vaglio nei prossimi giorni dell’Assemblea degli iscritti al partito.

Leonardo Guerrieri

 

 

 

 

 

Condividilo Subito

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *