Redazione Paese24.it

Cosenza, Coldiretti riunisce i Consorzi di Bonifica provinciali. Nuove funzioni in arrivo?

Cosenza, Coldiretti riunisce i Consorzi di Bonifica provinciali. Nuove funzioni in arrivo?
Diminuisci Risoluzione Aumenta Risoluzione Dimensioni testo Stampa

coldiretti cosenza consorzi bonificaI Consorzi di bonifica della Calabria hanno una rotta ben precisa, che punta dritto al territorio e ai suoi valori, passando per una concreta razionalizzazione delle spese: questo in sintesi è quanto emerso nel corso dell’incontro territoriale dei quattro Consorzi di Bonifica della provincia di Cosenza (Bacini Meridionali del Cosentino, Bacini Tirrenici, Bacini Ionio Cosentino e Bacini Settentrionali ), tenutosi ieri (mercoledì 17 luglio) presso l’Auditorium “A.Guarasci”del Liceo Classico B. Telesio a Cosenza, promosso dalla Coldiretti e dall’Urbi Calabria.

Diversi gli interventi volti a sottolineare l’importanza dell’operato dei Consorzi di Bonifica nei territori, tra questi quello dell’assessore regionale all’agricoltura Michele Trematerra, che ha riconosciuto “che il mondo consortile, non è più un peso per la comunità, esce dai palazzi e presenta i risultati” di cui “la regione dovrà tenere conto potenziando un convinto rapporto sinergico, per fare anche in modo che ai consorzi si possano affidare ulteriori ed importanti funzioni, essi saranno protagonisti nella nuova programmazione comunitaria 2014-2020 e del piano irriguo”.

Davanti ai tanti sindaci e amministratori presenti, dal rappresentante dell’ANCI Calabria Michele Drosi è venuto un invito a continuare nella promozione di un rapporto positivo tra consorzi e amministrazioni comunali.Il presidente dell’URBI Calabria Marsio Blaiotta, ha elencato gli impegni, all’unisono, del sistema consortile calabrese: nuovo schema di bilancio, formazione, energie rinnovabili, progetti cantierabili e piano irriguo, mentre il direttore generale dell’ANBI Annamaria Martuccelli, ha sottolineato, nel suo intervento, la validità e la modernità degli enti consortili, in linea anche con le direttive europee, che prevedono la partecipazione quale elemento di importanza fondamentale. Il Presidente dell’ANBI Massimo Gargano ha poi sottolineato come “siamo esempio di innovazione con progetti immediatamente cantierabili per la riduzione del rischio idrogeologico, siamo pronti a passare dalla protezione civile alla prevenzione civile”.

In chiusura il presidente regionale della Coldiretti Calabria, Pietro Molinaro, ha elogiato il lavoro fatto e ringraziato i sindaci, ribadendo la necessità di continuare sulla strada intrapresa, per “generare sviluppo e qualità per il nostro sistema agricolo ed agroalimentare”.

Luigi Adinolfi

Condividilo Subito

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *