Redazione Paese24.it

Trebisacce, Soldato replica a Melfi. «Sel ha sottoscritto accordi politici. La tua è una nota stonata»

Trebisacce, Soldato replica a Melfi. «Sel ha sottoscritto accordi politici. La tua è una nota stonata»
Diminuisci Risoluzione Aumenta Risoluzione Dimensioni testo Stampa

Uno scorcio di Trebisacce

Dura replica del socialista e consigliere cittadino uscente Rocco Soldato a Mario Melfi all’indomani dell’assise di insediamento del sindaco di Trebisacce Franco Mundo con la conseguente assegnazione delle deleghe. Oggetto della discussione il ruolo di Sinistra Ecologia e Libertà all’interno di quei meccanismi e accordi politici che portano poi alla formazione di una Giunta. Per il partito di Nichi Vendola sono arrivate due deleghe, entrambe esterne. La prima è toccata a Francesco Russo (in lista ma non entrato in consiglio) che si occuperà di “Viabilità e Trasporti”, mentre per il segretario cittadino Giampaolo Schiumerini (che non era in lista) la delega all’ambiente. Evidentemente il coordinatore provinciale Melfi si aspettava qualcosa di più. Tanto da rilasciare una «sprovveduta dichiarazione per una presunta scorrettezza del sindaco nella nomina dell’esecutivo», dice Soldato che rammenta come l’insediamento del consiglio comunale e la formazione della nuova giunta siano avvenute nella massima serenità e nel rispetto degli accordi politici, a parte questa «nota stonata».

Continua il dottor Soldato: «Evidentemente Melfi non sa o fa finta di non sapere che il coordinatore Sel di Trebisacce ha sottoscritto gli accordi politici e ha condiviso e gradito le scelte operate dal sindaco Mundo. Noi siamo e vogliamo essere rispettosi di tutti, ma non accettiamo lezioni di correttezza da chi forse non ne ha titoli», conclude la nota.

Vincenzo La Camera

 

Condividilo Subito
Subscribe
Notificami
guest
1 Comment
Oldest
Newest Most Voted
Inline Feedbacks
View all comments
Enzo Arcuri
Enzo Arcuri
8 anni fa

Mentre a nord inizia una rivoluzione culturale , dove hanno il coraggio di eleggere sindaci di 26 anni ( nella cittadina di Mira nel Veneto) noi stiam qui ancora a parlare, di Melfi che ha vissuto un ottimo tenore di vita grazie ai noi fessi, al sindaco di Trebisacce che continua a fare anche il consigliere provinciale( consigliere provinciale , sindaco ed avvocato sarà un super uomo), agli accordi politici, fatta tra pochi escludendo la cittadinanza, per spartirsi vari incarichi, agli incarichi dati a gente esterne, non perchè si vuole dare spazio al merito tramite curriculum, previo accordo politico. Non voglio essere il pessimista di turno ma a Trebisacce non cambierà nulla nemmeno in questi 5 anni e sapete perchè? perchè la politica continua ad essere un mezzo al servizio di pochi, soliti nomi e solito progetto politico.
In questo Benedetto Alto Jonio quando riusciremo a svegliarci?