Redazione Paese24.it

Discarica di contrada “Silva”. Monta la protesta per i cattivi odori

Discarica di contrada “Silva”. Monta la protesta per i cattivi odori
Diminuisci Risoluzione Aumenta Risoluzione Dimensioni testo Stampa
Download PDF

Fetori nauseabondi provenienti dalla discarica di Contrada Silva del comune di Cassano Jonio: protestano gli abitanti delle limitrofe contrade rurali di Francavilla Marittima e le loro proteste vengono raccolte e indirizzate al sindaco dr. Franco Bettarini e per conoscenza all’Arpacal dal Gruppo di Minoranza “Dialogo e Alternativa” (presidente Giovanni Scaldaferri, Segretario Luigi Primarosa) affinchè vengano richiesti e disposti accurati controlli di compatibilità ambientale. In realtà la discarica controllata di Contrada Silva che da quanto riportano le cronache sarebbe in via di esaurimento, insiste nel territorio comunale di Cassano Jonio ma viene a trovarsi al confine con il torrente Raganello e in prossimità, dunque, delle contrade rurali di Francavilla Marittima.

Secondo quanto scrivono al proprio Sindaco e per conoscenza all’Arpacal il Capogruppo Consiliare Sandra Di Cunto e il Consigliere Leonardo Diodato gli abitanti delle Contrade Marinette, Rossi, Alvani, Cicirello, Vigne e della stessa Frazione Silva avvertono odori nauseabondi nelle ore più disparate del giorno e della notte provenienti dalla vicina discarica di rifiuti solidi urbani denominata “Silva”. Odori definiti nauseabondi e insopportabili che non erano mai stati avvertiti prima.

Considerato che la suddetta discarica in realtà non insiste nel territorio comunale di Francavilla Marittima, i referenti consiliari del Gruppo “Dialogo e Alternativa”, in coerenza con lo spirito propositivo che anima tutto il Gruppo, hanno chiesto al Sindaco Bettarini di sollecitare, di concerto con il sindaco del Comune di Cassano Jonio, il Settore Fisico-Chimico-Ambientale dell’Arpacal affinché vengano disposti i necessari controlli e monitoraggi dell’aria al fine di fugare ogni dubbio circa la salubrità dell’aria e il conseguente rischio per la salute degli abitanti delle suddette contrade e frazioni limitrofe. I suddetti propositori dell’interrogazione scritta chiedono dunque al loro primo cittadino di interagire con il collega-sindaco di Cassano Jonio e di fornire al più presto una risposta scritta circa le iniziative che egli stesso intende intraprendere.

Pino La Rocca

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *