Redazione Paese24.it

Teatro. Il prestigioso Premio Ubu consacra Scena Verticale di Castrovillari

Teatro. Il prestigioso Premio Ubu consacra Scena Verticale di Castrovillari
Diminuisci Risoluzione Aumenta Risoluzione Dimensioni testo Stampa
Download PDF

È di pochi giorni fa la notizia che in Calabria sono arrivati due premi Ubu, considerato il riconoscimento più importante per il teatro in Italia A ricevere l’Oscar del teatro italiano sono stati Settimio Pisano (nella foto a sinistra), Premio Ubu 2019 come “Miglior curatore/organizzatore” per il festival Primavera dei Teatri che si tiene a Castrovillari (Cs), e Hubert Westkemper (nella foto in basso), Premio UBU per il miglior “Progetto sonoro o musiche originali” con lo spettacolo “Lo Psicopompo” di Dario De Luca prodotto da Scena Verticale, compagnia teatrale di Castrovillari (Cs). Due vittorie sulle tre nomination – Milvia Marigliano è stata candidata come “miglior attrice o performer sempre per “Lo Psicopompo” (nella foto di copertina) di De Luca  –  che confermano il festival Primavera dei Teatri e la compagnia Scena Verticale (nata nel 1992 per mano di Saverio La Ruina e Dario De Luca, a cui si aggiunge nel 2001 Settimio Pisano) tra le più importanti realtà del panorama teatrale nazionale.

Esattamente 10 anni fa Primavera dei Teatri riceveva l’Ubu speciale come «Festival ormai storico dedito alla scoperta e alla valorizzazione di giovani gruppi teatrali, con un’ingorda partecipazione del pubblico cittadino, come raramente si verifica per queste manifestazioni». Quest’anno che Primavera dei Teatri ha compiuto vent’anni, il premio viene consegnato al suo direttore organizzativo, Settimio Pisano, alla guida della compagnia Scena Verticale dal 2001. Un riconoscimento che dà lustro non solo al suo organizzatore, ma a tutto il territorio teatrale regionale, troppo spesso tagliato fuori dalla rete distributiva.

Scena Verticale, che invece grazie all’ingegnere del suono Hubert Westkemper si aggiudica l’Ubu per l’ultima fatica teatrale messa in scena da Dario De Luca, con questa produzione ha contribuito al contempo ad accrescere il nome dei Bocs Art di Cosenza, dove lo spettacolo è stato presentato in anteprima assoluta. A confermarlo è proprio il premio assegnato a Westkemper per il lavoro impeccabile sul suono fatto durante l’allestimento. “Nonostante questi prestigiosi riconoscimenti, la Compagnia e il Festival – riferiscono i referenti – versano in una situazione drammatica a causa dei recenti tagli dei finanziamenti regionali che aprono un divario tra le nostre realtà teatrali e quelle delle altre regioni d’Italia”.

Vincenzo La Camera

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *