Redazione Paese24.it

Emergenza Rifiuti. Sindaci Alto Jonio alzano la voce. «Situazione insostenibile»

Emergenza Rifiuti. Sindaci Alto Jonio alzano la voce. «Situazione insostenibile»
Diminuisci Risoluzione Aumenta Risoluzione Dimensioni testo Stampa

Emergenza-rifiuti: il sindaco di Amendolara, Antonello Ciminelli, d’intesa con sindaci di Villapiana, Paolo Montalti; di Rocca Imperiale Giuseppe Ranù e di Francavilla Marittima, Franco Bettarini, invitano i colleghi sindaci del comprensorio a manifestare il proprio dissenso ed a protestare energicamente contro una situazione che sta divenendo giorno dopo giorno insostenibile, partecipando in massa all’assemblea ATO (Ambito Territoriale Ottimale, ndr) dei Sindaci in programma domani 24 gennaio, alle 15.30, a Rende. Succede così che, mentre gli amministratori locali solo ora prendono coscienza di una situazione che sta precipitando, in tutti i paesi dell’Alto Jonio, così come del resto nei paesi piccoli e grandi della provincia di Cosenza e nell’intera Calabria, crescono a dismisura i cumuli di spazzatura che giorno dopo giorno invadono e abbruttiscono le strade e le piazze dei nostri paesi.

Ma il peggio, secondo quanto è dato sapere, è ancora di là da venire perché le discariche regionali e gli impianti di compostaggio sono saturi da tempo e, invece di cercare di fare rete e di trovare le soluzioni opportune, complice anche il periodo pre-elettorale, è una caccia allo scaricabarile ed ai presunti responsabili della situazione. Infatti i sindaci, forse tardivamente, se la prendono con le inadempienze della Regione, mentre l’assessore aegionale all’Ambiente Rizzo mette sul banco degli imputati gli stessi sindaci per il diffuso assenteismo dimostrato nel corso delle Assemblee ATO che dovevano individuare, provincia per provincia, le sedi dove ubicare gli Eco-Distretti e per non essere stati in grado quindi di pervenire, nei tempi previsti, a soluzioni adeguate e condivise. Forse è troppo tardi, oggi, per sollevare polveroni, per protestare e per andare alla caccia di responsabilità che non risolvono certo il problema. Ad ogni buon conto diventa importante, e forse anche dirimente, quanto deciderà, se sarà in grado di indicare una soluzione, l’Assemblea ATO di domani alla quale, come si diceva, i 4 sindaci dell’Alto Jonio hanno invitato tutti i colleghi dei 16 comuni dell’Alto Jonio per «manifestare energicamente e dichiarare il proprio disappunto per l’emergenza-rifiuti che ha raggiunto livelli insostenibili maturati soprattutto in danno dei piccoli comuni costretti a subire le conseguenze delle faide del sistema e comunque le inadempienze dei Comuni più grandi e “virtuosi”».

Pino La Rocca

Condividilo Subito

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *