Redazione Paese24.it

«Emergenza rifiuti. Chi ci guadagna?». Assemblea popolare a Trebisacce

«Emergenza rifiuti. Chi ci guadagna?». Assemblea popolare a Trebisacce
Diminuisci Risoluzione Aumenta Risoluzione Dimensioni testo Stampa
Download PDF

In queste prime settimane del nuovo anno l’Alto Ionio Cosentino – come il resto del territorio regionale − sta assistendo ad una crisi nel settore rifiuti che se non affrontata in maniera urgente ed efficacia rischia seriamente di avere forti ripercussioni sui Comuni e quindi sui cittadini. In alcuni paesi i rifiuti fanno bella vista lungo le strade per più giorni. Regione Calabria e gestori (per lo più privati) degli impianti e delle discariche ci parlano di un sistema arrivato a fine corsa e dell’ennesima emergenza nel ciclo integrato dei rifiuti.

Oggi, la gestione del ciclo dei rifiuti è senza alcun dubbio il settore dove la pratica dell’emergenza maggiormente consolidata. «A chi conviene questo stato di cose che oramai si protrae da oltre un ventennio? – si chiede l’associazione R.A.S.P.A. (Rete Autonoma Sibaritide e Pollino per l’Autotutela) -. Di chi sono le responsabilità di questo continuo e perenne stato d’emergenza? Come mai i sindaci – riuniti nei cosiddetti Ambiti Territoriali Ottimali − non reagiscono e invertono la rotta?» L’associazione invita, pertanto, cittadini e amministratori di tutti i comuni della provincia di Cosenza a partecipare all’assemblea popolare che si terrà sabato 8 febbraio alle ore 18.30 presso l’ex Pretura in via Savoia, 17 a Trebisacce.

v.l.c.

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *