Redazione Paese24.it

L’ibrido Toyota alla conquista d’Europa: l’accordo con Panasonic e le novità C-HR e RAV4

L’ibrido Toyota alla conquista d’Europa: l’accordo con Panasonic e le novità C-HR e RAV4
Diminuisci Risoluzione Aumenta Risoluzione Dimensioni testo Stampa
Download PDF

Il futuro del mercato automotive si profila in leggera crescita, grazie al fenomeno delle auto ad alimentazione alternativa, che risultano più ecosostenibile rispetto all’alimentazione di tipo termico. Infatti oggi l’ibrido continua a raccogliere consensi, e in questo campo Toyota si sta rivelando un punto di riferimento.

I dati del successo Toyota e l’accordo con Panasonic

Secondo il CEO di Toyota Europe, Johan van Zyl, l’obiettivo attuale è quello di accelerare i progetti in esecuzione, in modo da arrivare nel 2025 a vendere 1,4 milioni di auto, superando la quota 1,1 milioni del 2019. Al successo di Toyota sono state di grande supporto le vendite delle ibride, che hanno coperto il 52% dell’intero pacchetto. A partire invece dal 2025 Toyota e Lexus contano di vendere a livello internazionale 5,5 milioni di auto elettrificate, tra ibride e 100% elettriche. Il primo passo si avrà già entro la fine del 2020, quando arriverà in Europa la Lexus UX 300e, la cui gamma verrà integrata successivamente con il nuovo SUV, sempre a motorizzazione elettrificata. Il progetto prevede una quota di oltre 1 milione di veicoli a zero emissioni entro il 2030, con l’arrivo di ulteriori 10 modelli, alimentati sia elettricamente che con l’idrogeno.

Intanto è andato in porto anche Prime Planet Energy & Solutions, e cioè l’accordo tra Toyota e Panasonic, nato per produrre batterie agli ioni di litio prismatiche, finalizzate ad alimentare auto elettriche. Si partirà con gli accumulatori tradizionali, utilizzando la forma prismatica, anche se l’obiettivo è quello di passare quanto prima a quelle allo stato solido, puntando sulla produzione e investendo sulla ricerca. Un passo decisivo, quello della Joint Venture con Toyota da parte di Panasonic, per rendersi indipendente da Tesla, che ha già iniziato a stringere accordi con altri produttori.

Le novità in casa Toyota

Restyling e aggiornamenti del powertrain della C-HR stanno siglando il successo crescente di questo modello di Toyota, già premiata nelle vendite grazie al suo stile anticonvenzionale che ora vede raddoppiare le motorizzazioni con ben due versioni ibride.

Nel corso degli ultimi anni Toyota ha saputo innovare la propria produzione, tanto da diventare un punto di riferimento proprio nel settore delle auto ibride e in particolar modo nel segmento dei crossover. Basti pensare appunto alla C-HR, che ha riscosso un grande successo anche tra gli automobilisti italiani. Oggi infatti basta cercare tra gli annunci della Toyota C-HR usata, ad esempio su quattroruote.it, per trovare ottime occasioni. Oggi poi il successo di questa vettura continua con un restyling che porta a bordo un sistema di infotainment rinnovato e ancora più tecnologico, insieme a due nuove versioni ibride una da 122 e una da 184 cavalli.

Intanto arriva sul mercato anche la nuova Rav4 Plug-in Hybrid, il Suv ibrido e ricaricabile da 306 Cavalli, che prosegue la serie del Suv più venduto al mondo. La motorizzazione termica sarà affidata a 4 cilindri a benzina a ciclo Atkinson da due litri e mezzo, mentre la trazione elettrica è gestita da due motori. (guest post)

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *