Redazione Paese24.it

Azienda dona 150 mila euro di abiti per bambini alla Caritas di Cassano

Azienda dona 150 mila euro di abiti per bambini alla Caritas di Cassano
Diminuisci Risoluzione Aumenta Risoluzione Dimensioni testo Stampa

Capi di abbigliamento (per un valore di circa 150 mila euro) sono stati donati, nei giorni scorsi, alla Caritas diocesana di Cassano all’Ionio da un’azienda pugliese, nel corso di una cerimonia presenziata da Giuseppe Cariello, fondatore e amministratore delegato dell’azienda in questione, e dal vescovo di Cassano all’Ionio, monsignor Francesco Savino. L’incontro si è svolto nell’aula magna della parrocchia “Buon Pastore”, a Sibari.

Dal desiderio di poter dimostrare la propria vicinanza ai più piccoli e potersi sentire parte di una realtà di grande importanza, attiva in primo piano sul tema, è nata la volontà di questa azienda di supportare la Caritas diocesana, che si occupa di promuovere attività di carità con una particolare attenzione alla funzione pedagogica della stessa. Un sostegno reale quello fornito da una delle aziende leader nel settore kidswear, che vuole consolidare il proprio appoggio al mondo dell’infanzia.

La volontà è quella di poter distribuire i capi in funzione delle esigenze e delle richieste alle diverse Caritas parrocchiali di Cassano all’Jonio, comunità che comprende 22 comuni e 52 parrocchie.

«La mia – afferma Cariello – è un’azienda trainata dall’attenzione e dal rispetto, e questo gesto, nel suo piccolo, si presenta come un passo importante per sostenere le categorie più deboli».

Grato di questa donazione, il vescovo Savino. «In un momento molto difficile anche per il nostro territorio – dichiara il presule – ricevere segni di solidarietà come questo dona speranza soprattutto alle tante famiglie e ai tanti bambini che vivono situazioni di disagio e che possono confidare, nonostante tutto, nella carità cristiana e continuare a perseguire la realizzazione di una vita migliore».

Redazione

Condividilo Subito

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *