Redazione Paese24.it

La Calabria resta in Zona Rossa sino al 21 aprile

La Calabria resta in Zona Rossa sino al 21 aprile
Diminuisci Risoluzione Aumenta Risoluzione Dimensioni testo Stampa

Il presidente facente funzioni della Regione Calabria, Antonino Spirlì, in linea con le disposizioni governative che prevedono dal 7 al 30 aprile soltanto zone rosse e arancioni, firma una ordinanza con la quale stabilisce che la Calabria resti in Zona Rossa sino a mercoledì 21 aprile. Questo per l’aumento dei casi di contagio da Coronavirus registrato negli ultimi giorni e per la conseguente sofferenza delle strutture ospedaliere in termini di posti letto.

LE MISURE Sono vietati gli spostamenti «per far visita ad amici o parenti autosufficienti e, in generale, tutti gli spostamenti verso abitazioni private abitate, diverse dalla propria, non dovuti a motivi di lavoro, necessità o salute o per il rientro alla propria residenza, domicilio o abitazione».

«Le attività didattiche del secondo e terzo anno di frequenza della scuola secondaria di primo grado, nonché le attività didattiche della scuola secondaria di secondo grado – è scritto ancora –, si svolgono esclusivamente in modalità a distanza. Resta sempre garantita la possibilità di svolgere attività in presenza qualora sia necessario l’uso di laboratori o per mantenere una relazione educativa che realizzi l’effettiva inclusione scolastica degli alunni con disabilità e con bisogni educativi speciali».

La Regione Calabria si adegua alle nuove misure nazionali e dunque «resta consentito, in presenza, lo svolgimento dei servizi educativi per l’infanzia di cui all’articolo 2 del decreto legislativo 13 aprile 2017, n. 65 e dell’attività scolastica e didattica della scuola dell’infanzia, della scuola primaria e del primo anno di frequenza della scuola secondaria di primo grado». Con l’ordinanza, infine, si raccomanda a tutti i cittadini «di limitare al massimo le occasioni di contatto con persone al di fuori del proprio nucleo abitativo» e si ricorda «che è obbligatorio adottare comportamenti individuali rigorosi e rispettare le misure igienico-sanitarie predisposte relative a distanziamento e uso corretto delle mascherine». (nella foto una deserta via Roma a Castrovillari, nel giorno di Pasqua)

Redazione

Condividilo Subito
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments