Redazione Paese24.it

Pulizie ecosostenibili, tutti i trucchi

Pulizie ecosostenibili, tutti i trucchi
Diminuisci Risoluzione Aumenta Risoluzione Dimensioni testo Stampa

Avete mai pensato che le pulizie di casa potessero essere inquinanti? Basta pensare a quanta acqua, energia elettrica e prodotti chimici vengono sperperati per rendere tutto lucido e splendente. Naturalmente non è più accettabile vivere in ambienti sporchi poiché questo va a danneggiare la nostra stessa salute, tuttavia esiste una via di mezzo che potrebbe permettere di eliminare gli sprechi, mantenendo comunque la casa sufficientemente pulita. Ecco dunque alcuni consigli che dovreste iniziare a seguire.

Risparmiare tempo

Al di là dell’energia elettrica e dell’acqua, il tempo è la valuta più preziosa per tutti gli esseri umani dal momento che non viviamo in eterno. Risparmiare tempo ed evitare quindi di sperperarlo in attività noiose e ripetitive come le pulizie è un imperativo categorico, ma come si può fare in modo efficiente? 

Esistono alcuni trucchi che potreste iniziare a mettere in atto quotidianamente, per esempio gironzolare in casa con le scarpe con le quali siete usciti potrebbe non essere la più brillante delle idee dal momento che all’esterno calpestate terreno e sporcizia, portando poi in casa tutti questi detriti e lasciandoli in giro per l’appartamento. I giapponesi, in merito, la sanno lunga e quindi lasciano le scarpe all’entrata per avere un ambiente più vivibile ed evitando di dover fare pulizie costantemente. Avere delle pantofole pronte all’uso anche per gli ospiti è decisamente un’ottima idea.

Sprecate molto tempo nella pulizia dei bagni poiché sono sempre eccessivamente sporchi? Allora perché non perdere un paio di minuti al giorno, dopo che avete lavato le mani magari, nella pulizia dei lavandini? Basta un po’ di carta assorbente per togliere acqua e sapone in eccesso, evitando inoltre che la polvere si depositi sulle superfici. Ricordate inoltre che i capelli non devono assolutamente essere scaricati via ma vanno raccolti e gettati nell’indifferenziato: in questo modo sarete d’aiuto all’ambiente ed eviterete di ostruire i vostri scarichi, utilizzando prodotti aggressivi per rimuovere i residui o spendendo fior di quattrini per chiamare un idraulico.

Ridurre l’uso di prodotti chimici

Sono i prodotti che danneggiano di più l’ambiente poiché finiscono generalmente negli scarichi di casa e vengono poi sversati in natura, inquinando in modo massiccio. Esistono delle alternative “green” a base di aceto che possono essere utilizzate in modo efficiente per quasi ogni ambiente di casa. Iniziando dal bagno, per esempio, con una soluzione composta da 75 ml di acqua distillata, 100 ml di aceto e qualche goccia di olio essenziale della profumazione preferita, potrete disinfettare tutte le ceramiche come il bidet, il water, la vasca da bagno e il piatto doccia. Per i vetri vi basterà aumentare le quantità, mescolando in uno spruzzino abbastanza capiente 150 ml di aceto e 300 ml di acqua distillata.

Pulizie profonde? Nessun problema, basterà fare una piccola modifica, utilizzando 100 grammi di bicarbonato, 30 ml di acqua distillata e 50 ml di sapone di Marsiglia (aggiungendo poi a piacimento una decina di gocce di olio essenziale della profumazione che preferite) creerete una crema da strofinare sulle superfici incrostate con una spugna. Per ottenere risultati migliori lasciate agire il tutto per almeno 15 minuti e poi sciacquate per rimuovere la soluzione.

Ridurre il consumo di energia elettrica

Il modo migliore è naturalmente utilizzare la classica scopa rinunciando a quella elettrica, tuttavia sappiamo che potrebbe rivelarsi un vero e proprio incubo per molte persone, soprattutto quelle che hanno animali domestici in casa. Per evitare quindi di consumare troppa energia elettrica durante le pulizie settimanali, consigliamo di rimuovere polvere e residui almeno una volta ogni due giorni, usando una scopa classica e una paletta. Non c’è bisogno di pulire in modo maniacale, basterà tenere in ordine gli ambienti più usati dalla famiglia per rendere più snelle le inevitabili pulizie profonde.

Come usare al meglio la lavatrice

In base alla fascia oraria di cui disponete, la lavatrice andrebbe utilizzata solo in determinati momenti della giornata, vi assicurerete così di ridurre il consumo di energia elettrica, inoltre, evitando il prelavaggio potrete risparmiare circa il 15% sui consumi totali. La temperatura scelta è egualmente importante, per capi non troppo sporchi e che necessitano di una semplice rinfrescata, quella migliore da selezionare è 30°, riservando temperature più alte solo per vestiti che devono essere profondamente igienizzati. Infine, ricordate sempre di lavare a pieno carico e dividendo i bianchi dai colorati.

Grazie ai nostri consigli riuscirete a risparmiare sui consumi, inquinando di meno ed evitando anche sprechi di tempo. Le pulizie ecosostenibili sono una realtà e adottando questo stile di vita e di pensiero sarete anche più tranquilli e con la coscienza a posto, sicuri di non aver avuto un impatto negativo sul pianeta che ci ospita tutti. (guest post)

Condividilo Subito
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments