Redazione Paese24.it

Francavilla Marittima. Un coro di beneficenza per i bambini di “Casa Zaccheo”

Francavilla Marittima. Un coro di beneficenza per i bambini di “Casa Zaccheo”
Diminuisci Risoluzione Aumenta Risoluzione Dimensioni testo Stampa

Un coro a sfondo benefico a favore dei bimbi di “Casa Zaccheo”. Lo ha organizzato, in occasione del Santo Natale, Carolina De Leo, presidente del Consiglio Comunale insieme a un gruppo di volontari di Francavilla Marittima composto da Denise De Leo, Elena Taranto, Maria Francesca De Paola, Alessandro Hortopan e Gianpiero Vitteritti. In realtà speravamo tutti quanti di esserci lasciato alle spalle il peggio di questa ormai lunga pandemia. Siamo invece tornati a vivere giorni difficili, lontani gli uni dagli altri, limitati nei nostri spostamenti, nei nostri contatti, nei nostri incontri e nella possibilità di stare vicini per il rispetto del distanziamento. Una situazione, questa, che penalizza tutti noi ma soprattutto i bambini e gli adolescenti che vivono una situazione di disagio familiare e sociale e che almeno a Natale sognano di avere contatti umani più ravvicinati e più intensi. Tra questi i bambini di “Casa Zaccheo” di Francavilla Marittima, il Centro Specialistico che cura e protegge i minorenni che vivono rischi di maltrattamento e quindi sottoposti a tutela giudiziaria, istituito a Francavilla per volontà del vescovo della Diocesi di Cassano allo Ionio, don Francesco Savino e gestito dalla Fondazione “Casa della Provvidenza A.D.F.L. Rovitti”.

Questo evento benefico cha regalato un momento di gioia e di condivisione a questi ragazzi sfortunati, che vivono una situazione di grave malessere psicologico e che almeno a  Natale meriterebbero di godere un po’ di calore umano e di quelle attenzioni riservate ai bambini più fortunati di loro. “Ringrazio tutte le attività commerciali che hanno sostenuto la nostra iniziativa – ha dichiarato la De Leo –  e offerto pensierini sotto forma di doni per questi bambini e in particolare la dottoressa Francesca Bianco di “Casa Zaccheo” che ci ha consentito di realizzare questo piccolo gesto di attenzione verso gli ospiti della struttura”.

Pino La Rocca

Condividilo Subito
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments