Redazione Paese24.it

Polpette avvelenate nel Parco del Pollino. In azione i cani antiveleno

Polpette avvelenate nel Parco del Pollino. In azione i cani antiveleno
Diminuisci Risoluzione Aumenta Risoluzione Dimensioni testo Stampa
Print Friendly, PDF & Email

Unità cinofile antiveleno dei Carabinieri Forestale sono state impegnate nei giorni scorsi nelle province calabresi al fine di prevenire e contrastare l’uso illegale di veleno. L’operazione ha riguardato anche alcuni comuni del Parco del Pollino calabrese come Cerchiara, Morano e Castrovillari. In particolare i cani antiveleno hanno effettuato numerose ispezioni nei territori dei Comuni di Pallagorio (KR), Cropani (CZ), Cutro (KR), Casabona (KR), Melissa (KR), Carfizzi (KR), Cerchiara Di Calabria (CS), Castrovillari (CS), Morano Calabro (Cs), Caloveto (CS), Cropalati (CS), Paludi (CS), San Pietro In Guarano (CS), Celico (CS) e Serra Pedace (CS). In particolare nei comuni di Castrovillari e Morano Calabro, aree queste ricadenti nel perimetro del Parco Nazionale del Pollino, sono state rinvenute alcuni bocconi presumibilmente avvelenati composti da parti di animali provenienti da scarti di macellazione. L’intervento di ricerca dei bocconi ed ispezione dei luoghi si è protratto per alcune ore così da attuare un’accurata bonifica nelle zone segnalate, al fine di evitare il ripetersi di episodi di avvelenamento segnalati in tale territorio.

Al termine dell’attività sono stati acquisiti interessanti elementi che consentiranno di continuare le indagini al fine di individuare eventuali responsabili.  I bocconi sono stati repertati e attraverso il servizio veterinario “Area C” di Castrovillari (CS), trasferiti per gli esami di rito e la ricerca dell’eventuale tossico all’Istituto Zooprofilattico competente.

Redazione

 

Condividilo Subito
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments