Redazione Paese24.it

Due trebisaccesi si sfidano a Milano per le prossime Amministrative

Due trebisaccesi si sfidano a Milano per le prossime Amministrative
Diminuisci Risoluzione Aumenta Risoluzione Dimensioni testo Stampa
Pasquale Brunacci

Pasquale Brunacci

Nella foto, la galleria “Vittorio Emanuele” nel cuore di Milano a due passi dal Duomo

Due trebisaccesi, Pasquale Brunacci e Marcello Antonio Crea, in lista come candidati-consiglieri al comune di Milano in vista delle Amministrative del 5 giugno che vedono fronteggiarsi per succedere al sindaco Giuliano Pisapia che ha deciso di non ricandidarsi, da una parte Beppe Sala candidato del centrosinistra e dall’altra Stefano Parisi candidato del centrodestra. In competizione fra loro anche i due trebisaccesi trasferitisi a Milano per ragioni di lavoro perché nella circostanza si trovano schierati sul fronte opposto.

Pasquale Brunacci, 60 anni, Infermiere Professionale Capo-Sala presso l’Istituto Tumori di Milano dove svolge da anni il ruolo di Coordinatore delle Rappresentanze Sindacali, è infatti schierato nella Lista Civica di centrosinistra guidata da Beppe Sala “Noi Milano” che ha come capolista Fiorenzo Galli direttore del Museo della Scienza e della Tecnica.

Marcello Antonio Crea

Marcello Antonio Crea

Mentre Marcello Antonio Crea, 56 anni, di professione avvocato e anche lui impegnato in mansioni sindacali nella Segreteria Provinciale dello Snals di Milano, è schierato nella Lista Civica di centrodestra “Milano Popolare” guidata da Stefano Parisi che ha come capolista l’ex ministro Maurizio Lupi.Si tratta di due persone originarie di Trebisacce che non hanno mai rotto il legame con il loro paese d’origine. Un motivo in più per i trebisaccesi per seguire con particolare attenzione la contesa politica della città meneghina che, a giudicare dai sondaggi, si annuncia abbastanza incerta.

Pino La Rocca

Condividilo Subito

3 Responses to Due trebisaccesi si sfidano a Milano per le prossime Amministrative

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *