Redazione Paese24.it

Cane impiccato a Cassano allo Ionio. «Vicenda orribile che mortifica comunità» (immagini forti all’interno)

Cane impiccato a Cassano allo Ionio. «Vicenda orribile che mortifica comunità» (immagini forti all’interno)
Diminuisci Risoluzione Aumenta Risoluzione Dimensioni testo Stampa

«Ci vergogniamo di essere concittadini di una persona così spregevole, che ha compiuto un atto abominevole». Questo il commento dell’associazione “Salve Zampe Onlus” di Cassano allo Ionio nel denunciare una scabrosa azione che ha visto come vittima un cane maschio di taglia media che è stato impiccato con un filo spinato ad un palo. Una scena da voltastomaco a sentire chi ha visto quanto accaduto. Il deprecabile episodio ad opera, al momento, di ignoti è avvenuto nella frazione Lauropoli di Cassano allo Ionio, nei pressi di un asilo nido.

Il povero cane è stato rinvenuto da un cittadino che abita nei paraggi attorno alle 13 di oggi pomeriggio (venerdì). Sono stati allertati Carabinieri, Polizia Municipale e l’Azienda Sanitaria Provinciale. Al momento non si è ancora risaliti al padrone dell’animale. «Si tratta di una vicenda orribile che mortifica ed umilia l’intera comunità – ha commentato il sindaco di Cassano, Gianni Papasso, una volta appresa la notizia -. Auspico che il responsabile – riferisce il primo cittadino – venga immediatamente assicurato alla giustizia. Dichiaro sin da questo momento che, dinanzi ad un eventuale ed auspicato processo, l’amministrazione comunale si costituirà parte civile». (l’immagine di copertina è di repertorio)

Vincenzo La Camera

Condividilo Subito

7 Responses to Cane impiccato a Cassano allo Ionio. «Vicenda orribile che mortifica comunità» (immagini forti all’interno)

  1. Mariarosaria 2020/03/06 at 19:43

    Che oltre la giustizia divina per te ci sarà quella la giustizia qui perché questi poveri animali senza colpa per colpa di questi diavoli soffrono .spero solo che la sofferenza che hai procurato ti possa tormentare giorno dopo giorno

    Rispondi
    • LAILA M. BUDJAK S. 2020/03/08 at 04:21

      In Italia vanno cambiate le leggi. In tanto Enpa e Oipa sono legati di mano.

      Rispondi
  2. Loredana Falchi 2020/03/06 at 22:30

    non me la voglio prendere con tutto il Sud, sò che c’è molta brava gente, ma sarebbe ora che questi atti, e purtroppo nella vostra Regione sono all’ordine del giorno, vengano puniti non solo intaccando i conti dei colpevoli, ma fisicamente…che sò…spaccare loro tutte le falangi delle dita delle mani in modo che non possano più usarle…o le rotule ridotte in polvere, la morte no…troppo semplice, queste persone dovrebbero semplicemente maledire il giorno in cui sono nate. Chi compie questi gesti io non lo considero umano, non merita il rispetto e tantomeno delle scusanti…è un malato mentale da eliminare…senza ucciderlo naturlmente

    Rispondi
  3. Katia 2020/03/06 at 22:33

    Speriamo che il suo karma gli presenti il conto

    Rispondi
  4. Srefano 2020/03/07 at 06:44

    Quello che mortifica la comunità non è tanto il gesto in se, ma è tacere il nome del responsabile, l omertà è complicità.

    Rispondi
  5. Sergio 2020/03/08 at 13:44

    Quando si sapranno i nomi di questi escrementi dell’umanità, e vedremo che sono minorenni, questi prima si faranni la pipi nei pantaloni perché sono vigliacchi, ma poi la magistratura sarà comptensiva. E loro avendola scappottata faranno gli spavaldi e si sentifanno intoccabili. Merde, quando vi ha guardato negli occhi quel cane, non vi siete sentiti sporchi? No? Non meritate di essere al mondo. Dovete crepare.

    Rispondi
  6. Alberta 2020/03/19 at 20:08

    Come si fa’ , speriamo ancora con tutto quello che sta succedendo che il mondo migliori… io credo che ad ogni azione tutti noi paghiamo con delle conseguenze che si vogliano riconoscere o no , sicuro non oggi non domani ma tutti i responsabili che si accaniscono contro i più indifesi e in particolar modo gli animali pagano ogni giorno, il solo svegliarsi è una condanna il solo esistere deve essere una condanna perché se non stessero esistendo il loro inferno interiore non li divorerebbe… tutti facciamo i conti con la nostra coscienza.

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *