Redazione Paese24.it

Castrovillari. Nelle feste di Natale oltre mille tamponi per frenare i contagi

Castrovillari. Nelle feste di Natale oltre mille tamponi per frenare i contagi
Diminuisci Risoluzione Aumenta Risoluzione Dimensioni testo Stampa

Giorni di festa con un po’ di preoccupazione nella città di Castrovillari, a seguito di oltre mille tamponi antigenici effettuati nell’area mercatale per conto del Comune sulla popolazione per arginare una pericolosa ascesa della curva dei contagi. “E, proprio grazie a questo screening di massa, reso possibile dal lavoro di diversi professionisti volontari, la situazione – come ci tiene a sottolineare il sindaco, Mimmo Lo Polito – è sotto controllo e circoscritta, bloccando sul nascere una terza ondata”.

“L’incremento dei casi di positività – afferma il primo cittadino – è dovuto principalmente all’uso non corretto di mascherine in qualche attività e alla facilità di diffusione tra le mura domestiche, soprattutto, tra chi non ha rinunciato a compleanni o tombolate. Laddove, soprattutto nei negozi ed attività, si sono osservate, invece, le norme sul distanziamento, non è avvenuto alcun contagio. Emblematico – rimarca Lo Polito – è il caso che in due attività commerciali, con una frequentazione elevata di clienti, non sia avvenuto alcun contagio, neppure dei soci che lavoravano a stretto contatto, pur essendo uno di questi positivi”.

Ma passiamo ai numeri. Sono 98 i casi totali di positività (15 al tampone molecolare e 83 al test rapido). “Non deve spaventarci il numero – afferma il sindaco – sia perché molti sono interi nuclei familiari e sia perché rilevanti sono i tamponi effettuati, oltre mille negli ultimi giorni”. Intanto, in vista della possibile riapertura delle scuole, il 7 gennaio, lo screening riguarderà anche gli operatori delle scuole cittadine. Già oggi, tra i 217 tamponi effettuati, circa un’ottantina hanno riguardato il personale scolastico e tutti sono risultati negativi. “Domani – rende noto Lo Polito – si continuerà con i tamponi rapidi e, all’esito di questi e degli altri test, decideremo se il 7 riprenderà la didattica in presenza oppure se sarà necessario procrastinare di qualche giorno per completare lo screening avviato”.

“È evidente – conclude il primo cittadino – che senza tamponi antigenici e facendo riferimento ai soli molecolari avremmo pochissime positività. Se non li cerchi i positivi non li trovi, cercarli però è fondamentale per arginarli con le quarantene. Ad oggi tutti le persone positive non hanno grossi problemi tranne un signore settantenne che ha dovuto far ricorso alle cure ospedaliere”.

In conclusione, l’invito del sindaco lo Polito ad indossare sempre la mascherina (anche nelle abitazioni tra non conviventi), al distanziamento e ad evitare visite ad amici e parenti (anche se consentite) se non necessarie.

Federica Grisolia

Condividilo Subito
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments