Redazione Paese24.it

Trebisacce. Studenti in Comune dopo restituzione portafoglio. Riconoscimento dalla Prefettura

Trebisacce. Studenti in Comune dopo restituzione portafoglio. Riconoscimento dalla Prefettura
Diminuisci Risoluzione Aumenta Risoluzione Dimensioni testo Stampa
Print Friendly, PDF & Email

Il nobile gesto dei tre ragazzi del Polo Liceale di Trebisacce che, pochi giorni fa, hanno restituito un portafoglio pieno di soldi ed uno smartphone, trovati davanti alla scuola e per un valore complessivo di circa 2.500 euro [LEGGI] non è passato inosservato agli occhi delle istituzioni. Questa mattina (venerdì), Gabriel Pirillo e Giovanni Introcaso di Roseto Capo Spulico e Antonella Rago di Albidona, frequentanti il quarto anno del Liceo Scientifico, sono stati ricevuti presso il Comune di Trebisacce dal commissario prefettizio Carlo Ponte e dal sub commissario Antonella Vecchio che in rappresentanza della cittadinanza e a nome del Prefetto di Cosenza, Vittoria Ciaramella, si sono ufficialmente congratulati con i tre ragazzi per il gesto compiuto, «semplice e spontaneo – ha detto il commissario Ponte – ma che in una società piena di modelli sbagliati, ecco che diventa eclatante. Ma comunque – ha continuato – ci restituisce quella dimensione di civiltà che fa di questi ragazzi dei veri cittadini e non degli eroi».

Gabriel, Giovanni e Antonella, ragazzi semplici nella loro compostezza, sono stati accompagnati dal Dirigente Scolastico, Elisabetta D’Elia; dalla vice preside, Daniela Basile e dalla professoressa e referente per la comunicazione della scuola, Francesca Chinnici. Per i tre ragazzi l’omaggio della Costituzione della Repubblica Italiana, pubblicata dal Ministero dell’Interno e inviata direttamente agli studenti dal Prefetto di Cosenza.  «Il gesto spontaneo e di altruismo compiuto da questi ragazzi non nasce dal caso – ha sottolineato il sub commissario Vecchio -. Ma è frutto di una sinergia evidente tra famiglia e scuola, necessaria per costruire quel senso civico che andrà a plasmare i cittadini del presente e del futuro».

Presenti alla breve cerimonia, nel rispetto delle vigenti normative anti Covid – dal controllo del green pass all’utilizzo delle mascherine – anche il comandante della locale stazione dei Carabinieri, Natale La Bianca; il comandante della sede della Polizia Stradale di Trebisacce, Nicola Pisilli accompagnato dall’agente Francesca Di Noto e la responsabile dei Servizi Sociali del Comune di Trebisacce, Carmela Vitale. «Oggi si parla spesso di branco per inquadrare un fenomeno negativo nel mondo dei ragazzi che porta a pericolose devianze – ha concluso la dirigente scolastica D’Elia -. Invece in questo caso è emerso il gruppo con tutti i suoi valori di amicizia, solidarietà, senso civico e rispetto delle regole».

Vincenzo La Camera

© Questo contenuto è protetto da copyright. E’ vietata la copia, anche parziale, senza autorizzazione.

 

 

 

 

 

Condividilo Subito
Subscribe
Notificami
guest
1 Comment
Oldest
Newest Most Voted
Inline Feedbacks
View all comments
PIETRO
PIETRO
3 mesi fa

OTTIMO, si meritano il riconoscimento; che il comportamento di questi 3 ragazzi si un esempio per TUTTI.