Redazione Paese24.it

Vescovo in visita agli ammalati. «Inginocchiatevi davanti a loro»

Vescovo in visita agli ammalati. «Inginocchiatevi davanti a loro»
Diminuisci Risoluzione Aumenta Risoluzione Dimensioni testo Stampa
Print Friendly, PDF & Email

«State accanto agli ammalati, inginocchiatevi davanti a loro perchè sono la carne viva di Cristo». E’ il messaggio del vescovo della diocesi di Cassano all’Ionio, monsignor Francesco Savino, in occasione della XXX Giornata Mondiale del Malato, (oggi 11 febbraio, in cui ricorre la Madonna di Lourdes) durante la sua visita ai ricoverati nell’Ospedale “Ferrari” di Castrovillari, alle loro famiglie e al personale sanitario. Questa mattina, inoltre, il presule ha portato il suo abbraccio ai ricoverati della struttura ospedaliera “Chidichimo” di Trebisacce. Nel pomeriggio, invece, la visita ai degenti di “Casa Serena” a Cassano all’Ionio e, alle ore 18, la celebrazione della santa messa nella Basilica Cattedrale Pontificia “Santa Maria del Lauro”. «La civiltà di un Paese, si misura dall’attenzione che si hanno verso le politiche sociali – ha affermato il vescovo sulla scia del suo padre spirituale don Tonino Bello».

E ancora: «La porta dell’Ospedale è come il Tabernacolo di Cristo. A voi medici chiedo di toccare il malato, non guardatelo solo». Così don Francesco in visita al “Chidichimo” di Trebisacce, alla presenza del commissario prefettizio Carlo Ponte, del commissario straordinario dell’Asp Vincenzo La Regina, del dirigente Asp Franco Laviola, del direttore sanitario Antonio Adduci, del primario dell’Unità operativa di Lungodegenza, Dino Filomia e del suo collaboratore Gaetano Di Maria. Accompagnato, inoltre, da altri medici, infermieri e Oss, ha visitato il presidio ospedaliero trebisaccese, portando una carezza ai ricoverati e auspicando con assoluta immediatezza, la riconversione del “Chidichimo” come Ospedale per acuti di zona disagiata e di confine, mettendosi sin da subito a disposizione per patrocinare personalmente la causa e assicurare ai cittadini dell’Alto jonio cosentino, la sacrosanta possibilità di essere curati.

Federica Grisolia

Condividilo Subito
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments