Redazione Paese24.it

Mormanno. Vaccinati due ragazzi ucraini accolti in paese. Pronti per la scuola

Mormanno. Vaccinati due ragazzi ucraini accolti in paese. Pronti per la scuola
Diminuisci Risoluzione Aumenta Risoluzione Dimensioni testo Stampa
Print Friendly, PDF & Email

Sono scappati dalla guerra in Ucraina ed hanno trovato a Mormanno una comunità accogliente felice di riportare il sorriso sui loro volti. Due ragazzi di 14 e 16 anni, insieme ad un’altra rifugiata, sono arrivati nella città del Pollino, grazie ad un ricongiungimento familiare. L’Amministrazione Comunale, guidata dal sindaco Giuseppe Regina,  da subito aveva messo a disposizione le sue strutture pubbliche per accogliere i profughi di guerra.

Grazie alla task force comunale istituita per il Covid-19 il nucleo familiare ha effettuato i controlli sanitari per la profilassi dovuta alla emergenza sanitaria. Dopo i tamponi che hanno avuto esito negativo in stretta sinergia con il centro vaccinale di Mormanno, presso la Casa della Salute, con la responsabile dottoressa Morano ai tre ucraini è stata somministrata la prima dose del vaccino anti Covid-19 cosi da permettere un immediato inserimento dei minori all’interno del contesto formativo dell’Istituto Comprensivo.

Dietro indicazioni della dirigente scolastica, Annunziata Galizia, i due giovani di 14 e 16 anni, parteciperanno da lunedì prossimo alle lezioni in presenza e saranno accompagnati ad un inserimento formativo all’interno dell’Istituto, consentendo loro di riappropriarsi di una normalità sociale che «si spera – ha aggiunto il sindaco, Giuseppe Regina – gli consenta di dimenticare presto gli orrori che sono stati costretti a vedere nei giorni precedenti al loro arrivo in Italia. Mormanno è pronta a farsi carico dell’accoglienza di altre persone e famiglie, nell’ottica di una solidarietà universale che deve guardare al bene dell’individuo nella ricchezza della diversità».

Vincenzo La Camera 

Condividilo Subito
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments