Redazione Paese24.it

Cosenza. Come nasce un gioiello. Studenti a confronto con il maestro orafo Tordo

Cosenza. Come nasce un gioiello. Studenti a confronto con il maestro orafo Tordo
Diminuisci Risoluzione Aumenta Risoluzione Dimensioni testo Stampa
Print Friendly, PDF & Email

Il maestro orafo Domenico Tordo ha incontrato gli studenti che frequentano il biennio dell’Istituto di istruzione superiore “Marconi-Guarasci” di Cosenza. Nel corso del piacevole incontro, nella scuola guidata dalla dirigente scolastica  Maria Saveria Veltri, i ragazzi sono stati accattivati dal racconto di Tordo che ha  riferito il suo percorso formativo e  professionale, quindi, i suoi traguardi lavorativi. Ha mostrato loro la realizzazione di alcuni gioielli, in particolare delle opere di arte sacra.

L’interlocuzione con il maestro Tordo ha consentito agli alunni di entrare in un’ottica diversa: la possibilità di mettere in pratica quanto stanno acquisendo a scuola. I giovani allievi hanno ascoltato con attenzione. Soprattutto quando ha riferito loro che già a 14 anni aveva scelto il suo percorso di studi, affrontando numerosi sacrifici. L’azione formativa del maestro Tordo, nel settore orafo, è iniziata presso l’Istituto d’arte “Benvenuto Cellini” di Valenza”.  Poi, dopo il diploma in ‘Maestro orafo e perito di gioielli’, ancora giovincello, ha deciso di ritornare in Calabria, terra a cui è fortemente legato. Il suo percorso, nonostante le difficoltà da affrontare nella quotidianità,  è stato caratterizzato da un’ascesa sistematica, sia in ambito regionale che al di fuori dei confini territoriali calabresi. “Sono tornato fra i banchi di scuola – ha commentato il maestro orafo di Crosia – per condividere il mio cammino di orafo e la gioia di emozionarmi per emozionare.” D’altronde, lo stesso maestro Tordo ha sottolineato come l’arte orafa non sia solo un lavoro, ma un’esperienza, oltre che una tecnica, capace di creare fascino ed emozioni.

Redazione

 

 

 

Condividilo Subito
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments