Redazione Paese24.it

Rossano festeggia i 70 anni del Museo Diocesano con lo “Sfoglio” del Codex

Rossano festeggia i 70 anni del Museo Diocesano con lo “Sfoglio” del Codex
Diminuisci Risoluzione Aumenta Risoluzione Dimensioni testo Stampa
Print Friendly, PDF & Email

di Antonio Le Fosse – Ieri, (18 ottobre), importante cerimonia per festeggiare i 70 anni dalla nascita del Museo Diocesano e del Codex, primo Museo Diocesano istituito in Calabria (18 ottobre 1952) e che è stato uno dei primi in Italia. Per l’occasione, infatti, si terrà l’iniziativa “Sfogliando Il Codex”, un momento divenuto ormai prestigioso e molto atteso, poiché prevede l’apertura straordinaria della teca in cui è custodito il prezioso Codex Purpureus Rossanensis e l’esposizione di una nuova miniatura. Per festeggiare il compleanno del Museo diocesano più “anziano” della Regione, si è deciso di celebrarlo assieme ai musei diocesani della Calabria, prevedendo come protagonisti principali dello sfoglio i loro direttori. L’idea di festa con i Musei Diocesani di Calabria e con il territorio, non vuole fermarsi però al solo allo “sfoglio”, ma intende creare un legame che possa accompagnare le attività del museo che si terranno nell’arco di un anno, con eventi diversificati, per chiudersi il 9 ottobre del 2023, data dell’ottavo anno del riconoscimento Unesco del Codex. Lo “Sfoglio” si terrà alle ore 16:00 nel Museo Diocesano e del Codex, riservato ai Musei diocesani di Calabria ed ai giornalisti, a seguire, alle 16:30, nel Salone degli Stemmi dell’Arcidiocesi, si terrà un incontro aperto a tutti per ripercorrere la storia del Museo, dalla sua nascita al suo nuovo allestimento, con alcune delle figure che hanno accompagnato la sua evoluzione nel corso degli anni.

Ci saranno i saluti iniziali di don Pino Straface (direttore Museo Diocesano e del Codex), di Alessia Alboresi (assessore alla Cultura Comune di Corigliano-Rossano), di Filippo Demma (direttore Regionale Musei Calabria), di Paolo Martino (direttore Ufficio Regionale Beni Culturali Ecclesiastici della CEC) e di Giovanni Gardini che è presidente AMEI (Associazione Musei Ecclesiastici Italiani). Sono previsti, inoltre, gli interventi di S. E. mons. Renzo (vescovo emerito della Diocesi si Mileto-Nicotera-Tropea), già direttore del Museo che si soffermerà sul tema dal titolo: “Il Museo nel tempo”; dell’architetto Antonio Aprelino (vice-direttore dell’Ufficio Beni culturali della Diocesi di Rossano-Cariati); della dottoressa Cecilia Perri (vice-direttrice del Museo Diocesano e del Codex) che parlerà del Museo oggi: “dal restauro alla sua valorizzazione”. Le conclusioni, invece, sono stati affidati a S.E. mons. Maurizio Aloise (arcivescovo della Diocesi di Rossano-Cariati). L’interessante incontro-dibattito sarà moderato, per l’occasione, da Anna Russo (giornalista e responsabile dell’Ufficio Comunicazioni sociali dell’Arcidiocesi di Rossano-Cariati). La cerimonia dello sfoglio, invece, è riservata soltanto ai Direttori dei Musei Diocesani della Calabria ed ai giornalisti dell’intero territorio. 

Condividilo Subito
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments