Redazione Paese24.it

Rende, sì ai cani nei parchi pubblici. Testimonial d’eccezione l’amico a quattro zampe Francòis

Rende, sì ai cani nei parchi pubblici. Testimonial d’eccezione l’amico a quattro zampe Francòis
Diminuisci Risoluzione Aumenta Risoluzione Dimensioni testo Stampa

foto 1Stop ai divieti per gli amici a quattro zampe. D’ora in poi, infatti, anche i cani potranno accedere in tutti i Parchi del comune di Rende, a patto che siano tenuti al guinzaglio dai loro padroni che ne dovranno raccogliere le deiezioni, e nel rispetto delle modalità che a breve saranno rese note con l’affissione di nuova cartellonistica.

L’ultima novità arriva dal Parco Robinson, dove sabato mattina (17 gennaio), su disposizione del sindaco di Rende, Marcello Manna, sono stati rimossi – alla presenza, inoltre, dell’assessore ai Lavori Pubblici, Pia Santelli, del consigliere comunale Domenico Munno, della responsabile dell’Ufficio Diritti Animali avv. Annalisa Brescia, e del simpatico Francòis, vittima dell’abbandono e adottato al canile comunale di Donnici – i cartelli di divieto presenti all’esterno. Ma non è tutto. Sempre all’interno del Parco Robinson, sono stati avviati i lavori per la realizzazione di un’area specifica per i cani, dove sarà possibile lasciarli liberi di giocare e correre senza guinzaglio.

Prosegue, dunque, l’azione del Comune di Rende, in sinergia con l’ Ufficio Diritti Animali (UDA), in tema di benessere e diritti animali, con un unico obiettivo: consentire una maggiore integrazione tra uomo-animale, nel rispetto reciproco.

Il Comune, infine, ricorda alla cittadinanza che «i cani devono essere iscritti all’anagrafe canina e, al fine di verificare l’obbligo di legge, saranno previsti controlli da parte degli organi preposti con l’irrogazione delle vigenti sanzioni in caso di inosservanza».

 Federica Grisolia

Condividilo Subito

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *