Redazione Paese24.it

Castrovillari, autista chiede spiegazioni sulla busta paga e viene licenziato

Castrovillari, autista chiede spiegazioni sulla busta paga e viene licenziato
Diminuisci Risoluzione Aumenta Risoluzione Dimensioni testo Stampa
Download PDF

E’ stato licenziato “per giusta causa” dopo aver chiesto spiegazioni sulla modifica della busta paga.  Questo è quanto accaduto a Rosario Rummolo, castrovillarese, autista di autobus e dirigente della RSA dell’USB Lavoro privato della società Ferloc Srl che, aveva notato – come precisa la stessa Unione Sindacale di Base, federazione regionale Calabria – alcune inesattezze rispetto alle consuetudini in atto in azienda.

«Non è la prima volta – si legge nella nota – che la società Ferloc prova a licenziare il nostro dirigente. Ci aveva provato anche nel 2013 salvo poi ritirare il provvedimento e accettare le nostre richieste in merito ad alcune problematiche organizzative.
Se qualcuno – scrive l’Unione Sindacale di Base –  avesse ancora dubbi queste sono le “normali” conseguenze delle modifiche al Diritto del lavoro derivanti dalla riforma Fornero che il jobs act di Renzi ha inasprito per i lavoratori, dove si dà la possibilità alle imprese di minacciare e praticare il licenziamento per giusta causa anche in assenza di motivazioni e solo perché si contrastano le decisioni unilaterali dell’impresa rispetto alle norme contrattuali e di legge.

Ovviamente – continua la nota – il provvedimento sarà impugnato nel sedi competenti al fine di ripristinare il diritto del nostro dirigente a poter svolgere, senza condizionamento alcuno, il compito di vigilare sulla corretta applicazione delle norme contrattuali e di legge. Contestualmente – conclude l’USB – chiederemo al Dipartimento ai Trasporti della Regione Calabria e all’assessore De Gaetano di spiegare come sia possibile che un’azienda con concessioni di km/bus inferiori rispetto a quanto previsto dalla L.R. n.18 del 13 agosto 2001 possa continuare ad esercire servizi per suo conto e non sia stata rottamata così come prevedono le norme della richiamata legge».

Federica Grisolia

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *