Redazione Paese24.it

Calabria a rischio spopolamento. E un sindaco ordina: «Vietato morire»

Calabria a rischio spopolamento. E un sindaco ordina: «Vietato morire»
Diminuisci Risoluzione Aumenta Risoluzione Dimensioni testo Stampa

“Vietato morire”. E’ la nuova ordinanza del sindaco di un piccolo borgo medievale alle spalle di Catanzaro, Sellia, solo 500 abitanti e oltre il 60% della popolazione costituita da anziani ultrasessantacinquenni. Il primo cittadino, Davide Zicchinella, medico pediatra, ha così emesso questo singolare provvedimento con cui si invitano i cittadini a controlli sanitari, prevedendo incentivi e agevolazioni per quanti aderiranno a tale “obbligo” di mantenersi in buona salute e, viceversa, meccanismi sanzionatori per quanti dimostreranno disinteresse a curarsi. L’idea è stata adottata dopo che l’Amministrazione comunale ha allestito, a giugno, in convenzione con l’Azienda sanitaria provinciale di Catanzaro, un punto prelievi con annesso centro servizi sanitari. Inoltre, l’Amministrazione comunale ha attivato un servizio navetta, a disposizione dei residenti, verso la più importante struttura termale della provincia. Un’ordinanza che accende i riflettori sul dramma spopolamento dei piccoli comuni, sempre più numerosi in Calabria.

Federica Grisolia

Condividilo Subito

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *